News

26 28 30 maggio Novara

Conservatorio Cantelli e Teatro Coccia

Il teatro di Luciano Chailly

Il Conservatorio Cantelli continua le sue attività tra il centenario della nascita (2020) e il ventennale della scomparsa (2022) di Luciano Chailly con un trittico di eventi a lui dedicati, anche in collaborazione con il Teatro Coccia. Fedrigotti, promotore inizialmente di queste manifestazioni, è coinvolto a vario titolo. Il tema è Chailly uomo di teatro, sia in relazione alla sua attività di compositore, sia in relazione alla natura fondamentalmente drammaturgica e vocale del suo pensiero musicale, sia come organizzatore e direttore artistico.

Luciano Chailly uomo di teatro

Il primo appuntamento è un incontro/convegno, "Chailly uomo di teatro", con ospiti in accoglienza la direttrice del Teatro Coccia Corinne Baroni e il direttore del conservatorio Cantelli Roberto Politi, e come relatori Giovanni Botta, Alfonso Cipolla, responsabili dei dipartimenti di canto e di teatro del Conservatorio, e il regista Filippo Crivelli, il musicologo Vincenzo De Vivo, lo storico Angelo Foletto e lo stesso Fedrigotti.

IL VIDEO

 

Una domanda di matrimonio

 

Il secondo evento, presso l'Arengo del Broletto, organizzato dal Teatro Coccia, in presenza per un pubblico di 50 persone e diffuso dal Conservatorio in diretta streaming, è la messa in scena di Una domanda di matrimonio, opera buffa del 1957, nella versione dell'autore (precedente a quella con orchestra) con la parte orchestrale affidata a 2 pianoforti e percussioni, probabilmente in prima esecuzione assoluta.

Lo spettacolo ha comportato una preparazione lunga a cura del Conservatorio, con anche alcune vicissitudini (sostituzioni in corso d'opera a causa di positività al Covid), ma risulta un evento molto gradito per tutti i partecipanti. Fedrigotti è coinvolto come direttore e responsabile musicale.

IL VIDEO

Incontro con la musica da camera di Luciano Chailly

 

 

Il terzo elemento del trittico è un incontro/concerto sulla musica da camera di Chailly, che prende spunto dal riconoscimento del valore anche didattico della pratica del repertorio da camera di Chailly per gli studenti, e vede coinvolte varie classi del Conservatorio Cantelli, da camera e di strumento, in un programma vario e articolato.

IL VIDEO

Servizio Tg3 Piemonte

Articolo Novara today

8 maggio Abbiategrasso

CrescendOrchestra

Incontro... in presenza!

Marzo Impronta sonora

Concorso pianistico internazionale online

Città di Arona

L'associazione Impronta sonora organizza un Concorso di esecuzione pianistica internazionale, pensato inizialmente in presenza e divenuto in seguito online a causa dell'emergenza sanitaria per il COVID 19, che rappresenta in questo momento un evento importante e una speciale occasione di incontro in musica per molti giovani delle più diverse parti del mondo. Anche la sezione per amatori rappresenta un momento di incontro particolare. m Fedrigotti è coinvolto nella giuria.

2021

23 dicembre Piacenza Teatro Gioco Vita

Sonia e Alfredo e Ranocchio

Continuano le attività del Teatro Gioco Vita di Piacenza con la registrazione dei video, tra l'altro, di Ranocchio, una produzione del 2009 con le musiche di Fedrigotti

 

11 dicembre Milano Conservatorio G. Verdi

Omaggio a Luciano Chailly

Si svolge a Milano in Conservatorio una giornata in ricordo di Luciano Chailly, all'interno delle attività delle celebrazioni per il centenario della nascita, in collaborazione con l'Archivio provinciale, l'Università e la Società filarmonica di Trento ed il Conservatorio di Novara.

Venerdì 11 dicembre tavola rotonda (ore 18.30) e concerto (ore 20.30) omaggio a Luciano Chailly nel centenario della nascita sulla pagina facebook
(https://www.facebook.com/ConservatorioMI/)
e sul canale youtube del Conservatorio (https://www.youtube.com/channel/UCiRafFpJ4Tak2lMHP-E9agw).

La giornata prevede, online, una tavola rotonda pomeridiana ed un concerto serale.

OMAGGIO A LUCIANO CHAILLY
Venerdì 11 dicembre dalle ore 18.30
Sulla pagina facebook e sul canale youtube del Conservatorio

ore 18.30. Tavola rotonda

Video omaggio di Vittorio Parisi

“Lezione di musica” a cura di Michele Fedrigotti

Relatori: Angelo Foletto, Gabriele Manca, Maddalena Novati, Marco Uvietta, Marina Vaccarini

Al termine video omaggio di Filippo Crivelli

 

ore 20.30. Concerto

Inaugurazione della serata a cura di Cristina Frosini Direttore del Conservatorio di Milano

Contributi video a cura di Cecilia Chailly

Luciano Chailly (1920-2002)

Improvvisazione n. 12 - Dmitriy Pegassov chitarra

Notturno e Studio dalla Sonata per chitarra Samuele Passarella chitarra

Invenzione su quattro noteGiulio Petrella chitarra

Video omaggi di: Donna Ruth MagendanzCecilia Chailly a Pieve di Ledro con Renzo Bartoli

L. Chailly, Improvvisazione n. 2 - Matteo Monico pianoforte

Video omaggi di: Leonardo LeonardiAnna WilhelmFrancescoStefano Parrino

L. Chailly, Improvvisazione n. 5 - Francesco Melis violino

L. Chailly, Canone con variazioni sul nome di B.A.C.H.Francesco Di Giacinto violino

Video omaggi di: Davide AnzaghiLisa NavaFilippo Del Corno Assessore alla Cultura del Comune di Milano

L. Chailly, Istantanee di Anna Maria, Due istantaneeSonata tritematica n. 1, Variazioni nel sognoFiligrana, foglio d’album - Michele Fedrigotti pianoforte

Contributi video a cura di Cecilia Chailly

Fedrigotti partecipa

- alla tavola rotonda raccontando ed annunciando la prosecuzione delle attività tra il centenario della nascita del 2020 e il ventennale della scomparsa (2022), specialmente riferendosi alle iniziative del Conservatorio Cantelli di Novara ed al Concorso di composizione organizzato, in collaborazione con il Conservatporio Cantelli e numerose istituzioni di cultura musicale, dalla SIMC Società Italiana di Musica Contemporanea,

- con una "lezione di musica" su alcuni aspetti dellla produzione pianistica di Chailly

- al concerto serale, con l'esecuzione di una panoramica sui brani pianistici

 

La TAVOLA ROTONDA

La LEZIONE di MUSICA

IL CONCERTO

(dal canale YOUTUBE del Conservatorio di Milano)

3 dicembre Novara Corso di letteratura pianistica pianoforte contemporaneo

Inizia al Cantelli di Novara il Corso di letteratura pianistica contemporanea per i bienni ed i trienni, tenuto per l'anno accademico 2020- 2021 da M. Fedrigotti e dedicato al repertorio pianistico del '900 italiano, con una speciale attenzione, all'interno delle celebrazioni 2020-2022, all'opera di Luciano Chailly.

5 novembre Novara Conservatorio Cantelli Masterclass Chailly

Sempre all'interno delle celebrazioni del centenario della nascita di Luciano Chailly, Fedrigotti tiene un incontro - Masterclass sulla sua produzione pianistica nell'auditorium del Conservatorio Cantelli di Novara, in preparazione di un concerto che si realizzerà, a cura degli studenti, in occasione di un convegno, inizialmente programmato per il 29 novembre, che viene però rimandato a data da destinarsi a causa delle misure di precauzione per l'emergenza sanitaria del COVID 19.

27 ottobre Trento

Tele-Convegno

"...il suono conquistato e organizzato":

Luciano Chailly nel centenario della nascita

 

Vengono pubblicati dall'Università di Trento, a cura di Marco Uvietta, in collaborazione con l'Archivio provinciale e la Filarmonica di Trento i video del tele-convegno "...il suono conquistato e organizzato": Luciano Chailly nel centenario della nascita.

La quarta puntata prevede un intervento di M. Fedrigotti dal titolo "Vocalità e drammaturgia nella scrittura e nell'opera pianistica di Luciano Chailly", che brevemente prende in considerazione la produzione per pianoforte solo di Luciano Chailly e alcuni aspetti fondamentali della sua scrittura musicale.

https://www.youtube.com/watch?v=C1BOBbiIDyY

La puntata segue le prime tre, da poco pubblicate:

La puntata inaugurale (M. Uvietta, A. Tomasi, A. Carlini, F. Chailly, M. Mazzolini):

https://youtu.be/DSHj2gWTpDE


https://www.youtube.com/watch?v=D8jV_Pia4J0&t=4s

Seguiranno altri incontri, e l'iniziativa rientra in un progetto più grande di celebrazioni tra il centenario della nascita del 2020 e il ventennale della morte del 2022 che, partendo da Trento e dalle relazioni con i Conservatori G. Cantelli di Novara e G. Verdi di Milano, ha l'obiettivo di ricordare e riattualizzare la presenza poliedrica di Chailly, importante compositore originale e versatile e protagoinista della cultura musicale irtaliana del '900.

16 ottobre Francesco Bianconi

FOREVER

Esce il 16 ottobre l'album Forever di francesco Bianconi, primo suo progetto solista.

Fedrigotti è coinvolto come pianista, o pianista ed arrangiatore della parte del quartetto d'archi in alcuni brani, AndanteL'abisso. Assassino dilettante, e anche come compositore, in Zuma beach.

 


9 Agosto Conservatorio Cantelli Novara

250° Beethoven

"Vom Herzen, moge es wieder zu Herzen gehen!"

 

 

Parole e musica
appuntamento in video
per il 250° di Beethoven

domenica 9 agosto 2020 ore 11,30

Trentadue ritratti in bianco e nero

Il Conservatorio di Novara celebra il 250° della nascita di Ludwig van Beethoven con la produzione di video a cura dei docenti per il suo pubblico di affezionati a cui l'emergenza sanitaria per il COVID 19 ha impedito di partecipare ed assistere all'abituale stagione concertistica. Fedrigotti partecipa con un contributo sulle ultime sonate pianistiche, centrato sulla sonata in La b M op. 110

 

 

LE CONVERSAZIONI DEL CANTELLI
Ludwig van Beethoven nel 250°
Parole e musica
Appuntamento settimanale con i docenti del Conservatorio

 

 

Maggio

Francesco Bianconi

FOREVER

Esce poi il CD di Francesco Bianconi Forever.

Michele Fedrigotti è coinvolto in alcuni brani come pianista (L'abisso, Assassinio dilettante, Andante, Zuma beach), arrangiatore di parti per quartetto d'archi (L'abisso, Assassinio dilettante) e compositore (Zuma beach).

 




E' “Forever” il primo progetto solista di Francesco Bianconi, un lavoro minimale e puro in cui il cantautore ha deciso di mettersi in gioco spogliandosi di sovrastrutture e concentrandosi sulle canzoni.
Prodotto da Amedeo Pace (Blonde Redhead), e registrato ai Real World Studios di Bath, il primo disco solista di Francesco Bianconi contiene dieci brani inediti e ospita artisti internazionali.
Per il suo progetto solista Bianconi ha voluto fare un disco scarno negli arrangiamenti e senza la tradizionale ritmica basso-chitarra-batteria con l'idea di usare la voce come unico elemento percussivo e con la presenza, nel tessuto di base di ogni pezzo, di un quartetto d’archi, il Quartetto Balanescu ensemble. Nel disco sono presenti due pianisti: Michele Fedrigotti("L'Era del Cinghiale Bianco" e "Fleurs") scelto per l'esecuzione delle canzoni con sonorità più classiche e Thomas Bartlett (Sufjan Stevens, Nico Muhly, Saint Vincent, Antony e The Johnsons) per i brani con arrangiamento più minimalista o pop.
Nel disco Bianconi ha fortemente voluto inserire altre voci, degli ospiti internazionali con cui ha avuto il piacere di collaborare sia per la scrittura dei brani sia per l'esecuzione della parte vocale. Gli ospiti sono: Rufus Wainwright, Eleanor Friedberger, Kazu Makino e Hindi Zahra.
Questa la tracklist del disco:
Il Bene
L’Abisso
Andante
Go!
Faika Llil Wnhar
Zuma Beach
The Strenght
Certi Uomini
Assassinio Dilettante
Forever

Per Informazioni:
Instagram https://www.instagram.com/francesco_bianconi_official/
Facebook https://www.facebook.com/francescobianconiofficial/

BMG RIGHTS MANAGEMENT (ITALY) S.R.L. Corso Matteotti,1 , 20121 Milano Phone +39 02 776 773 00
www.bmg.com http://www.facebook.com/BmgItaly
Booking & Management: Ponderosa Music & Art Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - +39 02 48194128
Ufficio Stampa e Promozione: MA9 Promotion Tel:0229010172
Maryon Pessina - Cell. 333/3951396 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Andrea Vittori - Cell. 347/0357107 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

16 aprile

 

Pubblicazione primo album solista di

Francesco Bianconi, "Forever", rinviata

Francesco Bianconi rinvia l’uscita del primo album solista

L’uscita di “Forever”, il primo album solista di Francesco Bianconi prevista per aprile, è stata spostata in autunno. In attesa di comunicare la nuova data di pubblicazione, Bianconi uscirà l’8 maggio con “L’abisso” un nuovo brano estratto dal disco che segue l’uscita del primo singolo “Il Bene” rilasciato a inizio marzo.

Il progetto, registrato a Bath a real World nell'agosto 2019, ha coinvolto Michele Fedrigotti come pianista ed arrangiatore in alcuni brani.

7 marzo Milano teatro del PIME ore 17-19

CivilWeek

La manifestazione è sospesa e rimandata a data da destinarsi per l'emergenza sanitaria per il coronavirus

Make our garden grow

Porte aperte sul giardino di CrescendOrchestra

 

CivilWeek ospita nel suo palinsesto un incontro, in porte aperte, con una prova di CrescendOrchestra, dedicata al brano di Bernstein Make our garden grow, che dà il nome al progetto 2020 dell'orchestra giovanile.

E' l'occasione per raccontare l'orchestra e coinvolgere direttamente il pubblico nelle sue attività.

 

23 febbraio Milano Spazio Teatro 89

Ranocchio

Dopo una decina d'anni dalle prime rappresentazioni al Piccolo Teatro di Milano, con piccoli spazi d'animazione per piccoli spettatori in una platea di dimensioni ridotte, apposta per loro, torna a Milano Ranocchio, spettacolo d'ombre del Teatro Gioco Vita, il secondo per cui Fedrigotti ha scritto le musiche.

Ranocchio domenica 23 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano

Tornano in una nuova versione e in un nuovo allestimento le avventure di Ranocchio e dei suoi amici, tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori e illustratori per l’infanzia al mondo, e messe in scena dalla compagnia Teatro Gioco Vita. Spettacolo di teatro d’ombre e d’attore adatto ai bambini di età compresa fra due e cinque anni, “Ranocchio” verrà rappresentato domenica 23 febbraio (ore 11; ingresso 8 euro) allo Spazio Teatro 89 di Milano nell’ambito della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo… e non solo”.
Candido e ingenuo, Ranocchio guarda il mondo con gli occhi sempre aperti, anzi spalancati. Tutto intorno a sé lo sorprende, lo riempie di stupore, lo incuriosisce. Ranocchio ha tanti amici: Anatra, una dolce e amorevole compagna di giochi; Porcellino, un placido amante della casa e della buona cucina; Lepre, un intellettuale che ha sempre una risposta a tutto; Topo, un avventuriero tanto intraprendente quanto generoso. Insieme affrontano le grandi domande che i piccoli drammi di ogni giorno pongono loro. A tutti questi dilemmi esistenziali Ranocchio e i suoi amici riescono sempre a trovare una risposta positiva. Un merlo trovato nel prato è l’occasione per interrogarsi sul mistero della morte e la necessità di celebrare la gioia di essere vivi. Il mal d’amore provato da Ranocchio è lo spunto per riflettere sul dolore e sulla felicità che da esso ne scaturisce. Uno spavento notturno rende inevitabile un’indagine sul tema della paura vera e della paura di aver paura.
Con parole e immagini di grande forza ed essenzialità, le vicende di Ranocchio e dei suoi amici, grazie a uno humour gentile, ci confortano e ci trasmettono un’inesauribile voglia di vivere. Lo fanno parlando di sé ma nel fare questo ci parlano anche di noi. Di noi che siamo grandi e ancora non sappiamo sempre accettarci ma, anche e soprattutto, di chi grande lo deve diventare e si misura ogni giorno con i problemi che il proprio crescere nel mondo comporta.
Queste piccole storie sono tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori e illustratori per l’infanzia al mondo. Le sue figure e le sue parole sono state staccate dal loro contesto originario per farle vivere sullo schermo del teatro d’ombre, trasformate con leggerezza e poesia in delicate storie animate.
“Ranocchio” è una delle produzioni per la prima infanzia della compagnia Teatro Gioco Vita che ha riscosso maggiore successo in Italia e all’estero (con tournée in Spagna, Francia, Slovenia, Svizzera, Olanda, Germania e Israele) ed è stata rappresentata, oltre che in italiano, anche in francese e spagnolo.
Al termine dello spettacolo, grazie alla collaborazione con Coop Lombardia, sarà possibile pranzare presso il Cafè dello Spazio Teatro 89 (su prenotazione, inviando una email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ): il menu prevede un primo, un secondo, un contorno, pane, frutta, acqua e caffè al costo di 15 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini.
SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; www.spazioteatro89.org
Rassegna “Teatro Piccolissimo… e non solo” – Stagione 2019-2020
Ingresso: 8 euro. Carnet dieci biglietti: 70 euro.
“Ranocchio”, domenica 23 febbraio, ore 11.
Teatro d’ombre e d’attore.
Età consigliata: dai due ai cinque anni.
Compagnia teatrale: Teatro Gioco Vita.
Con: Deniz Azhar Azari e Tiziano Ferrari.
Adattamento teatrale: Nicola Lusuardi, Fabrizio Montecchi.
Regia: Fabrizio Montecchi.
Scene: Nicoletta Garioni.
Sagome: Federica Ferrari (tratte dai disegni di Max Velthuijs).
Musiche: Michele Fedrigotti.
Costumi: Sara Bartesaghi Gallo.
Luci e suoni: Anna Adorno, Alberto Marvisi.
Lo spettacolo è tratto dai libri di Max Velthuijs “Frog is sad”, “Frog in Love”, “Frog and the Birdsong”, “Frog is Frog” e “Frog is Frightened” editi da Andersen Press, London.

18 febbraio Milano Teatro del PIME

Festival meetings 2020

Paesaggi sonori

Viaggio sulle invisibili strade del suono

alla scoperta di altre identità e culture

Iniziano il 18 febbraio i concerti del nuovo, il sesto, Festival Meetings, Paesaggi sonori - Viaggio sulle invisibili strade del suono alla scoperta di altre identità e culture, organizzato dalla rinnovata rete delle SMIM di Milano e Provincia, per la presidenza del prof. Marco Paolo Morini, dirigente dell'Istituto G. Rodari di Baranzate, e la direzione artistica di G. Onorato e M. Fedrigotti.

1° concerto

 

 

PHOTOGALLERY

13 e 14 febbraio, Ostia

Ranocchio

Teatro Gioco Vita porta in scena lo spettacolo per bambini Ranocchio al Lido di Ostia

Inserito in: Teatro
Giovedì 13 e venerdì 14 febbraio in scena le avventure dell’ingenuo Ranocchio e dei suoi amici Porcellino, Anatre, Lepre e Topo


 

Ostia - Giovedì 13 e venerdì 14 febbraio (in doppia replica alle ore 9 e 11) Teatro Gioco Vita presenta RANOCCHIO al Teatro del Lido, in scena le figure e le parole tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori per l’infanzia al mondo, vivono sullo schermo del teatro d’ombre, trasformate, con leggerezza e poesia, in delicate storie animate.

Candido e ingenuo, Ranocchio guarda il mondo con gli occhi sempre aperti, anzi, spalancati. Tutto intorno a sé lo sorprende, lo riempie di stupore, lo incuriosisce. Ranocchio ha tanti amiciAnatra, una dolce e amorevole compagna di giochi; Porcellino, un placido amante della casa e della buona cucina; Lepre, un intellettuale che ha sempre una risposta a tutto e Topo, un avventuriero tanto intraprendente quanto generoso. Insieme affrontano le grandi domande che i piccoli drammi di ogni giorno pongono loro.

A tutti questi dilemmi esistenziali, Ranocchio e i suoi amici riescono sempre a trovare una risposta positiva. Un merlo trovato senza vita nel prato è l’occasione per interrogarsi sul mistero della morte e la necessità di celebrare la gioia di essere vivi. Il mal d’amore provato da Ranocchio è lo spunto per riflettere sul dolore e sulla felicità che da esso scaturisce. Uno spavento notturno rende inevitabile un’indagine sul tema della paura vera e della “paura di aver paura”. Con parole e immagini di grande forza ed essenzialità, le vicende di Ranocchio e dei suoi amici, grazie ad uno humour gentile, ci confortano e ci trasmettono una grande voglia di vivere. Lo fanno parlando di sé, ma, nel fare questo, ci parlano anche di noi. Di noi che siamo grandi e ancora non sappiamo sempre accettarci ma, anche e soprattutto, di chi grande lo deve diventare e si misura ogni giorno con i problemi che il proprio crescere nel mondo comporta.

RANOCCHIO dall’opera di Max Velthuijs adattamento teatrale Nicola Lusuardi e Fabrizio Montecchi regia Fabrizio Montecchi con Deniz Azhar Azari, Tiziano Ferrari scene Nicoletta Garioni sagome Federica Ferrari (dai disegni di Max Velthuijs)
musiche Michele Fedrigotti costumi Sara Bartesaghi Gallo realizzazione scene Sergio Bernasani, Davide Giacobbi musiche registrate eseguite da Lello Narcisi flauto, Satoko Tsujimoto clarinetto, Mauro Loguercio violino, Daniele Beltrami violoncello, Michele Fedrigotti e Francesca Rivabene pianoforte, Michele Fedrigotti tastiere e voce, Paolo Filippi sound engineer lo spettacolo è tratto dai libri di Max Velthuijs Frog is sad, Frog in Love, Frog and the Birdsong, Frog is Frog, Frog is Frightened editi da Andersen Press, London

dai 2 ai 5 anni durata 45’

Teatro del Lido, via delle Sirene 22, Ostia.
Autore: Maria Grazia Stella

2 e 16 febbraio, 1 marzo

Seveso Accademia Marziali

 

4 e 5 gennaio Trento teatro Cuminetti

Piccolo Asmodeo

Lo spettacolo del Teatro Gioco Vita del 2012 sulla storia del piccolo diavolo che, a disagio nell'inferno, viene mandato sulla terra e attraverso varie peripezie trova una nuova identità, inizia il nuovo anno a Trento.

Coincidenza, il 2020 è l'anno del centenario della nascita di Luciano Chailly, zio di Fedrigotti, le cui celebrazioni avranno Trento, sede dell'Archivio provinciale che ospita l'archivio Chailly, protagonista, e la storia di Piccolo Asmodeo è molto simile, per il tema e la trasformazione del diavolo protagonista, a quella di Ferrovia soprelevata di Chailly/Buzzati.

Un inizio d'anno dunque già quasi nel segno della partecipazione di Fedrigotti alle celebrazioni del centenario...

 

Primo appuntamento del nuovo anno con la stagione di Anch’io a teatro con mamma e papà, la rassegna che il Centro Servizi Culturali S. Chiara, in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino, dedica al teatro per ragazzi. Sabato 4 e domenica 5 gennaio 2020, alle ore 16.00, il Teatro Cuminetti di Trento ospiterà “PICCOLO ASMODEO”, fiaba che narra le vicende di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust, tratta da Lilla Asmodeus di Ulf Stark. Lo spettacolo è portato in scena dalla compagnia Teatro Giocovita, con Tiziano Ferrari, i disegni di Nicoletta Garioni e le musiche di Michele Fedrigotti, per la regia di Fabrizio Montecchi.
L’adattamento teatrale è curato da Nicola Lusuardi e Fabrizio Montecchi. Lo spettacolo ha ottenuto il Premio Eolo Awards 2013.
Sotto sotto, nelle viscere della terra, abita il Piccolo Asmodeo, un piccolo diavolo buono, troppo buono per poter vivere tranquillamente nel mondo dei Fuochi e dei Sospiri. Essere cattivo proprio non gli riesce e nemmeno gli interessa e questo, per la sua famiglia, è un grande problema. Per riparare a questo, Asmodeo viene sottoposto ad una vera prova e mandato nel mondo della Luce e della Terra. Ignaro dell’uomo e delle sue abitudini, assolutamente inconsapevole di quello che lo aspetta, da quel momento Asmodeo si trova coinvolto in una girandola d’incontri di ogni tipo.
Tratto da “Lilla Asmodeus” di Ulf Stark, uno tra i più affermati scrittori contemporanei per ragazzi, Piccolo Asmodeo è una favola sul bene e sul male, che racconta con sottile ironia e con delicata poesia, senza mai cadere in facili moralismi, di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust.
Al termine dello spettacolo l’attore e il tecnico si intratterranno con i bambini per mostrare loro la magia del teatro delle Ombre, con le luci, le sagome e gli schemi dello spettacolo, svelando i “trucchi” di questo particolare teatro. Infine, inviteranno i bambini a fare teatro d’Ombre a casa con un regalino che riceveranno all’uscita, dando loro istruzioni sull’utilizzo.
Si tratta di un cartoncino A4, con i disegni dei due protagonisti della storia, Asmodeo e Cristina, da ritagliare e due bastoncini per muovere le figure.
Sempre al termine dello spettacolo verrà inoltre distribuita una sana merenda per i bambini gentilmente offerta da Almaverde Bio.

2020

 

1 dicembre Borgosesia

Centro studi Giovanni Turcotti ore 17.30

Notturno - Liriche della Luce

M. Fedrigotti, Francesca Rivabene e il loro figlio Leonardo danno vita ad un concerto pomeridiano, con repertorio vario per pianoforte, violoncello e pianoforte e pianoforte a 4 mani.

In programma:

L. van Beethoven - Sonata per violoncello e pianoforte n° 3 in La M (L. Fedrigotti - F. Rivabene)

F. Chopin - 2 notturni op. 27 e Scherzo n° 3 op. 39 (M. Fedrigotti)

M. Ravel - Ma mére l'Oye, a 4 mani (F. Rivabene - M. Fedrigotti)

F. Chopin - Polonaise "Eroica", op 53 (M. Fedrigotti)

http://www.valsesianotizie.it/2019/11/28/leggi-notizia/argomenti/eventi-8/articolo/borgosesia-la-poesia-dellarte-musicale-nel-salotto-del-borgo-con-la-famiglia-fedrigotti.html

 

21 settembre Jesi Teatro Pergolesi

Festival Pergolesi Spontini

Alice

Art et décoration

Accompagnata al pianoforte da M. Fedrigotti, Alice ritrova il suo repertorio dedicato alla radice della chanson, da G. Faurè, E. Satie e M. Ravel a I. Gurney, R. Hahn, G. Sadero, H. Villa Lobos, C. Ives, X. Montsalvatge, in un reale incanto vocale.

11 settembre Milano Teatro del P.I.M.E.

BEGINNING

Concerto finale Seminario Orchestra d'archi

CrescendOrchestra

 

Si tiene presso il P.I.M.E. a Milano dal 2 all'11 settembre il primo seminario d'orchestra d'archi organizzato dalla neonata Associazione CrescendOrchestra, di cui M. Fedrigotti è presidente.

 

L'iniziativa, centrata sulla promozione dell'omonima orchestra giovanile CrescendOrchestra, prosegue e raccoglie le esperienze dei precedenti seminari organizzati dalla SMIM Quintino Di Vona e dei lavori dell'Orchestra giovanile provinciale nata all'interno dei Festival Meetings nei precedenti anni, con una nuova organizzazione.

Ai lavori ed al concerto partecipano circa una settantina di ragazzi, con notevoli risultati didattici ed esecutivi. La varietà di repertorio, di direzione e di apporti dei diversi docenti coinvolti rappresentano per loro un'occasione speciale di approfondimento del loro far musica insieme.

Un ringraziamento speciale di tutti, per gli aspetti organizzativi, va a Magdolna Szelendi, già da sempre con Stefano Montaldo ispiratrice di questi seminari di settembre, giunti ormai con questo alla loro quinta edizione.

21 agosto Milano Castello sforzesco

Estate Sforzesca

Natura, Arte e Scienza in Blue

 

Il gruppo di amici,  artistico e culturale, Kairòs, prosegue il suo lavoro e le sue proposte con il secondo concerto nell'Estate sforzesca, con un programma vario, attraverso parecchi secoli, dedicato alla Natura, nel 500° di Leonardo da Vinci, "Natura, Arte e Scienza" , in Blue.

Si ringraziano l'Associazione Canone inverso e Carlo Centemeri per la gestione degli aspetti amministrativi.

Programma:


Leonardo da Vinci

Il volo d’amore Elaborazione dai Rebus musicali di Leonardo di Massimo Lonardi e Michele Fedrigotti   Dorela Cela, soprano, Sestetto Kairòs

Ludwig van Be