4 dicembre Piacenza Teatro Gioia

A teatro con mamma e papà

Teatro Gioco vita

Ranocchio

Youtube

Torna in scena Ranocchio, spettacolo del Teatro Gioco vita nato nel 2009, con le musiche di M. Fedrigotti.

Candido e ingenuo, Ranocchio guarda il mondo con gli occhi sempre aperti, anzi, spalancati. Tutto intorno a sé lo sorprende, lo riempie di stupore, lo incuriosisce. Ranocchio ha tanti amici: Anatra, una dolce e amorevole compagna di giochi; Porcellino, un placido amante della casa e della buona cucina; Lepre, un intellettuale che ha sempre una risposta a tutto e Topo, un avventuriero tanto intraprendente quanto generoso. Insieme affrontano le grandi domande che i piccoli drammi di ogni giorno pongono loro. A tutti questi dilemmi esistenziali Ranocchio e i suoi amici riescono sempre a trovare una risposta positiva. Queste piccole storie dal cuore grande sono tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori e illustratori per l’infanzia al mondo.

26/27 ottobre Poznan

Akademia Muzyczna Paderewskiego

Masterclass Erasmus

Fedrigotti tiene, in Erasmus come docente del Conservatorio Cantelli di Novara, una masterclass sull’ascolto e l’approfondimento della lettura del testo presso l’Akademia muzycna di Poznan, tornando nei luoghi dove al Teatr Wielki nel 2010, in occasione dell’anno chopiniano, era stato molto rappresentato lo spettacolo En attendant Chopin.di Michal Zananiecki.

Gli studenti sono ben talentati, studiosi ed impegnati, con un repertorio impegnativo, specialmente chopiniano; l’accoglienza è civile, calorosa e molto piacevole, come sempre in Polonia.

Repertorio in lavorazione,

F. Chopin – Mazurki op. 30 nr 1 i 2

– Ballada f-moll op. 52

– Ballada As-dur op. 47

– Etiuda c op. 10 nr 1

– Etiuda cis-moll op. 10 nr 4

– Etiuda f-moll op. 10 nr 9

–  Etiuda gis-moll op. 25 nr 6

– Etiuda c-moll op. 25 nr 12

– Andante spianato i Wielki Polonez Es-dur op. 22

– Polonez – Fantazja As-dur op. 61

– Scherzo h-moll op. 20

– Scherzo cis-moll op. 39

J. S.  Bach – Fantazja i Fuga a-moll

F. Liszt – Etiuda transcendentalna g-moll  nr 6 -Vision

– Dolina Obermana

– Walc Mefisto

P. I. Tchaikowsky – Concert suite from Nutcracker – estratti

C. Debussy – da Images: Reflets dans l’eau, Hommage à Rameau

Si ringraziano Francesco Portalupi e Barbara Baszuk, organizzatori, i docenti intervenuti e la coordinatrice dei docenti di pianoforte dell’Accademia Anna Organiszak.

9 ottobre Seveso Accademia Marziali

Masterclass pianistica

Fedrigotti conclude, dopo due anni e mezzo, una masterclass pianistica in tre incontri, che era stata sospesa per il covid nel 2020, presso l’Accademia Marziali, sull’approfondimento del pensiero musicale, la sua relazione con il gesto strumentale, e il cantabile al pianoforte.

Repertorio in lavorazione, J. Brahms, intermezzo op. 118 n. 2, S. Prokofiev, Sonata 4 (1° e 2° Movimento), S. Rachmaninov, preludio op. 3 n. 2, F. Chopin, studio op. 10 n. 12, T. Adès, Variations for Blanca

1 ottobre Milano Villa Scheibler

SPETTACOLIAMO

Il Festival diffuso del Teatro nel Municipio 8

Incontro con il Teatro di Dino Buzzati e Luciano Chailly

All’interno della sua giornata di Festival sul Teatro il Municipio 8 propone, grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione Dual band, un evento dedicato alla collaborazione e al lavoro teatrale di Dino Buzzati e Luciano Chailly, protagonisti a Milano della cultura della seconda metà del ‘900, e al senso drammaturgico della scrittura della musica da camera di L.Chailly.

Un incontro per frammenti di diversa natura, tra letture, esecuzioni dal vivo, visioni di video ed ascolti guidati.

Soprano Micol Pisanu

Voce recitante e cantante Beniamino Borciani

Pianoforte Daniele Fasani

Conduzione Michele Fedrigotti

17 settembre Minori (costiera amalfitana) Cattedrale

Presentazione L’alba dentro l’imbrunire

Francesco Messina, autore del bel volume su Franco Battiato, lo presenta nella Cattedrale di Minori in un incontro condotto da Gigi Marzullo a cui partecipano Alice e, accompagnandola al pianoforte in sette brani (Gli uccelli, Povera patria, Lode all’inviolato, Summer on a solitary beach, Prospettiva Newsky, La cura e, bis, Per Elisa), M. Fedrigotti.

5 – 11 settembre Milano

I.C. Paolo e Larissa Pini

CrescendOrchestra seminario Working together

Si tiene il tradizionale seminario orchestrale di settembre di CrescendOrchestra, una settimana intensiva di pomeriggi dedicati alla musica di insieme, con un repertorio vario e didatticamente interessante.

Fedrigotti, presidente dell’Associazione, partecipa come rielaboratore e orchestratore in alcuni brani, e come direttore

I Video del’incontro conclusivo

A. Vivaldi Concerto per due violoncelli

A. Falconieri Passacaglia sulla Follia di Spagna e improvvisazione

J. Sibelius Andante festivo

Tradizionale Irish Jigg

H. Mancini Sunflowers

F. Battiato  Voglio vederti danzare

21-23 agosto Bath (UK)

Real World Studios

Around the lake of the shining princess

Registrazione piano solo

Ponderosa Music and Art

Nell’affascinante e importante location degli storici Real world studios, vicino a Bath, Fedrigotti registra, per Ponderosa music and arts, con la collaborazione come produttore esecutivo di Alberto Fabris, e come Sound engineer di Tim Oliver, una serie di suoi pezzi, riscritti da canzoni e brani degli anni ’80 e da improvvisazioni del 2010, del progetto Around the lake of the shining princess, per un possibile album di piano solista.

La situazione è davvero speciale, il luogo meravigliosamente accogliente, il pianoforte un Bosendorfer tre quarti di coda molto sensibile.

I brani:

Autumn’s lights

Princess in the winter’s water garden

Homelights reflets

Sunset’s waves

Midnight sun

Ophelia’s dance dream

Winter’s journey

Princess theme

Battle dance

Waiting …. a promise

Northern sailor’s song

The spring of Sjogren

Back in Itaca – Awakened Princess

Photogallery

11 agosto Verona Teatro Ristori

Registrazione con i Virtuosi italiani

parti orchestrali Roberto Cacciapaglia

Fedrigotti collabora alla realizzazione del nuovo progetto di Roberto Cacciapaglia nella stesura della parte orchestrale e durante la registrazione al Teatro Ristori di Verona

Photogallery

13 giugno Varese Liceo musicale Malipiero

Si tiene alle ore 17 nell’auditorium Conti di via Garibaldi, 4, Varese, a conclusione del primo anno di collaborazione come docente nel Civico Liceo musicale di Varese, un incontro saggio finale della classe di Fedrigotti; Mancano alcuni studenti anche talentati, come Alberto Maida e Matilde Rapa, ma l’incontro è piacevole e positivo, buona occasione di esercitazione. Da sinistra a destra:

Laura Siluri, Nives Siluri, M.F., Caterina Calabrò, Giulia Morandi, Nikolaj Intrieri, Edoardo Messeri, Edoardo Mauceri, Anastasja Cuscito

12 giugno Milano Villa Scheibler

Music for Rights, Peace and Education

Come ogni anno, si tiene una manifestazione, in Music against child labour,  in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile. Fedrigotti, a seguito dell’invito del preside Morini, presidente della rete delle SMIM a collaborare con CrescendOrchestra, coordina l’organizzazione e la realizzazione dell’evento, che coinvolge numerose realtà della didattica della musica a Milano e provincia..

La comunicazione:

12 giugno 2022

Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile

MUSIC FOR RIGHTS, PEACE AND EDUCATION

Ogni anno il 12 giugno l’ILO (international Labour Organization, ONU) celebra la Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile affidando alla musica e alla sua forza comunicativa, nell’iniziativa Music against child labour, un ruolo fondamentale nel diffondere e promuovere il valore del rispetto dei diritti di milioni e milioni di minori sfruttati nel mondo.

https://www.ilo.org/ipec/Campaignandadvocacy/MusicInitiative/lang–en/index.htm

https://www.ilo.org/rome/approfondimenti/WCMS_215952/lang–en/index.htm

A Milano, in continuità con quanto già successo nell’ultimo decennio e con l’iniziativa dello scorso 2021, la Rete delle SMIM, Scuole medie ad indirizzo musicale, in collaborazione con SONG, il Sistema delle Orchestre e cori giovanili in Lombardia, CrescendOrchestra, e con oggi l’aggiunta del Maffeis Lab, dell’Orchestra 8 note e dell’I.C. Paolo e Larissa Pini, organizzano ed animano a Villa Scheibler, con il patrocinio del Comune di Milano e del suo Municipio 8, un evento, Music for Rights, Peace and Education, dedicato ai giovani e alla didattica della loro formazione musicale unita allo sviluppo della loro consapevolezza etica personale e sociale e alla sensibilizzazione e testimonianza contro lo sfruttamento del lavoro minorile e per la promozione di un’educazione di qualità.

Una speciale attenzione viene quest’anno riservata alla promozione della pace e di corretti funzionamenti delle dinamiche del mondo del lavoro dopo la pandemia, in relazione con il tema scelto dall’ILO per il 2022 Universal Social Protection to End Child Labour.

La manifestazione, a ingresso libero, si terrà nel pomeriggio di domenica 12 giugno dalle ore 15.30 alle 19.30 a Milano a Villa Scheibler (o in caso di maltempo nel vicino Auditorium Enzo Baldoni di via Quarenghi 23), e accoglierà, intorno alla

  • premiazione della seconda edizione del Concorso di esecuzione musicale interno alla Rete SMIM Musica per la rete,

le esecuzioni di alcuni complessi orchestrali e corali giovanili:

  • la PYO – Pasquinelli Young Orchestra, e I Piccoli Musici Estensi, diretti da Carlo Taffuri;
  • il neonato Coro SONG dell’I.C. Paolo e Larissa Pini, diretto da Sonia Spirito;
  • CrescendOrchestra, diretta da Paolo Botti, Michele Fedrigotti e Stefano Montaldo;
  • Maffeis Lab, diretta da Michele Fagnani;
  • l’Orchestra 8 note, diretta da Benedetto Bossi e Stefano Briani.

Pensiamo che l’importanza dei valori espressi nella giornata, in se stessi ed in relazione con gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 a cui si collegano strettamente (obiettivi 4 e 8 ed Alleanza 8.7), e l’occasione di festa ed incontro in musica per tanti ragazzi e famiglie, a testimoniare il desiderio e l’impegno per una socialità pacifica e creativa oggi, rendano questo evento particolarmente significativo e grato a tutti coloro che cercano, ognuno nel proprio ambito, di contribuire ad una qualità di vita di un buon livello di civiltà.

PHOTOGALLERY

27 maggio Magadino

Chopin Concerto in FA

con

Orchestra da camera di Lugano

Domenica pomeriggio 29 maggio nella chiesa di Magadino (Ticino, CH) Michele Fedrigotti interpreta come pianista il Concerto in Fa di Chopin, con l’orchestra da camera di Lugano, diretta da Stefano Bazzi.

L’atmosfera in orchestra è amicale, il direttore solidale e attento come sempre, l’acustica generosa, il pubblico caloroso.

21 maggio Pianocity Milano

I.C. G. Rodari di Baranzate

PIANOCITY MILANO 2022
Fryderyk Chopin e improvvisazione
Presso la Scuola Secondaria G. Galilei di Baranzate, via Aquileia 1, il 21 maggio alle ore 17, Fedrigotti tiene un incontro dedicato a Chopin, con un ascolto analitico guidato della sua drammaturgia e della sua attitudine improvvisativa in relazione all’attività compositiva.
Improvvisazione e scrittura, due realtà in relazione presenti nella tradizione pianistica romantica come nella attuale attività performativa.
Dedicato ai ragazzi della scuola di Baranzate e della Rete delle SMIM., ringraziando dell’accoglienza il preside Morini.

21 maggio Torino Salone del libro

Presentazione L’alba dentro l’imbrunire

Rizzoli organizza una presentazione del libro curato da Francesco Messina e Stefano Senardi su Franco Battiato L’alba dentro l’imbrunire.

Francesco Messina è purtroppo impossibilitato ad essere presente per il COVID, Fedrigotti partecipa all’incontro anche accompagnando Juri Camisasca nell’esecuzione di 4 pezzi di Battiato:

Le sacre sinfonie del tempo, La stagione dell’amore, L’animale e Prospettiva Newsky


18 maggio RAI 3 Buongiorno regione

Ricordo Franco Battiato

Nel primo anniversario della morte di Franco Battiato Fedrigotti partecipa ad una breve intervista al mattino a RAI 3 per Buongiorno regione ad annuncio di una giornata di ricordo.

Visibile dal minuto 11

7 maggio Civil week Milano

CrescendOrchestra in concerto

CrescendOrchestra conclude il suo lavoro dei primi mesi dell’anno con un incontro in concerto all’interno di Civil week a Milano che coinvolge una cinquantina di ragazzi e tutti i suoi docenti. È un’occasione di festa in musica !

2022

5 dicembre Lucca

Audio ascoltabile sul sito WP

4 dicembre Camerino

Continuano i concerti a cura della SIMC in cui ancora viene eseguito  Poi che ‘l sol li ‘mbianca, sui versi di Dante, Inferno, II canto, che colgono il momento in cui il poeta accoglie la chiamata della Luce e inizia il cammino della commedia. Gli esecutori, del gruppo Musica del presente, ne sono il soprano Maria Bruno, il violoncellista Roberto Presepi ed il pianista Stefano Teani.

Dante e la musica del presente

Viene riproposto con qualche variante in concerto il programma dantesco con vari autori della SIMC già presentato a Ravenna e Milano, con ancora l’esecuzione anche del brano di Fedrigotti Poi che ‘l sol li ‘mbianca, nell’esecuzione del soprano Maria Bruno, del pianista Stefano Teani e del violoncellista Roberto Presepi.

18 19 novembre Milano

Bookcity

Conservatorio G. Verdi

Ogn’uomo senta

in collaborazione con

SIMC Armonie della natura

Al conservatorio Verdi si tiene una tre giorni di Bookcity, realizzata in collaborazione con la SIMC Società italiana di musica contemporanea e il suo Festival dantesco Armonie della natura, dedicata al rapporto tra Dante e la musica.

Esecuzioni musicali, interventi vari, lectio magistralis, si alternano in un continuum ricco e articolato.

Qui di seguito i links dello streaming del Conservatorio:

19 pomeriggio (qui all’inizio c’è lo spazio dedicato a ILO, Cittadellarte e ASviS) https://www.facebook.com/ConservatorioMI/videos/1035948426977355

Fedrigotti è coinvolto come compositore, con l’esecuzione di Poi che ‘l sol li ‘mbianca, e come referente del Conservatorio G, Cantelli di Novara e relatore sui rapporti del Festival SIMC con ILO, Cittadellarte e ASviS.

11 novembre Milano Santeria

L’alba dentro l’imbrunire

Viene presentato il libro su Franco Battiato a cura di Francesco Messina e Stefano Senardi L alba dentro l imbrunire, che contiene, tra gli altri, un articolo di M. Fedrigotti, Universi comunicanti

26 ottobre Milano

Museo del ‘900 Sala Fontana

Musica del presente

Si replica a Milano con piccole varianti il concerto della SIMC di Ravenna del 7 settembre, all’interno di una serie di conscerti del Festival Armonie della natura realizzati al Museo del ‘900. Fedrigotti è presente con il brano Poi che ‘l sol li ‘mbianca.


7 settembre Ravenna Festival Dante 2021

Significar per verba

Chiostri francescani

Concerto SIMC Festival Armonie della natura

Nei chiostri francescani adiacenti alla tomba di Dante si tiene un concerto, “prologo” del Festival dantesco della SIMC, con prime esecuzioni di brani di compositori soci e/o del Consiglio direttivo della SIMC, e l’attribuzione della presidenza onoraria ad Azio Corghi.

In programma anche un brano di Fedrigotti, “Poi che ‘l sol li ‘mbianca”.

Il video del concerto

5 settembre Gland (Losanna) Tempio

Orgue en jeux

Divertissement à la hongroise

Concerto a 4 mani M.Fedrigotti – F. Rivabene

Per un pubblico attento e appassionato, il concerto propone un’attenzione particolare alla presenza della musica popolare nei lavori di Schubert, Brahms, Tansman:

F. Schubert Divertissement à la hongroise

J. Brahms  6 Danze ungheresi

A. Tansman En tournant la T.S.F.

Dalle note di sala:

Il fascino del repertorio popolare attraversa come un’inesauribile fonte di ispirazione tutta la storia musicale; nel concerto di questa sera il pianoforte a 4 mani, da sempre occasione di condivisione “familiare” del far musica, ci propone all’ascolto le evocazioni delle identità culturali di varie aree geografiche, con uno sguardo particolare all’800 mitteleuropeo di Schubert e Brahms e alle ispirate sintesi minimali di A. Tansman.

La forza comunicativa di intrecci di canti e ritmi di un mondo danzante e appassionato rivive nella profondità del pensiero e del sentimento dei grandi autori, nell’intenzione di permetterci un viaggio nella memoria, oggi a volte dimenticata, delle nostre radici.

1-5 settembre Milano SMIM Larissa Pini CrescendOrchestra

Seminario orchestrale “We can work it out!”

CrescendOrchestra riprende le attività dopo l’estate, ospite della SMIM Larissa Pini, con l’ormai tradizionale Seminario orchestrale di settembre, We can work it out!.

Partecipano ragazzi e 12 docenti, e i lavori prevedono anche già una collaborazione, in un’attività corale, con i bambini della scuola.

Il programma dell’incontro finale, nel parco di Villa Finzi, è vario e piacevole, e di notevole interesse didattico,

12 giugno Milano Teatro del PIME

Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Si realizza presso il teatro del PIME, già nel 2019 e 2020 sede dei concerti dei Festival Meetings, un concerto organizzato da SONG e il Sistema delle orchestre giovanili in Lombardia in collaborazione con la Rete delle SMIM in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile indetta tradizionalmente dall’ILO il 12 giugno.

L’evento è l’occasione della premiazione dei vincitori del Concorso indetto dalle SMIM tra gli studenti Musica nella rete, e prevede la presenza, per il sistema, dell’orchestra giovanile PYO con suo repertorio, e della cantante Maria Olivero con l’esecuzione della canzone Today (Today say no to child labour)

CrescendOrchestra partecipa con l’esecuzione di tre brani:

Alan Silvestri (orch. Fedrigotti) Tema da Forrest Gump

Joe Hisaishi  (orch Montaldo) Howl’s moving Castle

Leonard Bernstein (orch Fedrigotti) Somewhere

https://www.ilo.org/rome/eventi-e-riunioni/WCMS_800070/lang–it/index.htm

https://www.ilo.org/rome/eventi-e-riunioni/WCMS_800073/lang–it/index.htm

26 28 30 maggio Novara

Conservatorio Cantelli e Teatro Coccia

Il teatro di Luciano Chailly

Il Conservatorio Cantelli continua le sue attività tra il centenario della nascita (2020) e il ventennale della scomparsa (2022) di Luciano Chailly con un trittico di eventi a lui dedicati, anche in collaborazione con il Teatro Coccia. Fedrigotti, promotore inizialmente di queste manifestazioni, è coinvolto a vario titolo. Il tema è Chailly uomo di teatro, sia in relazione alla sua attività di compositore, sia in relazione alla natura fondamentalmente drammaturgica e vocale del suo pensiero musicale, sia come organizzatore e direttore artistico.

Luciano Chailly uomo di teatro

Il primo appuntamento è un incontro/convegno, “Chailly uomo di teatro”, con ospiti in accoglienza la direttrice del Teatro Coccia Corinne Baroni e il direttore del conservatorio Cantelli Roberto Politi, e come relatori Giovanni Botta, Alfonso Cipolla, responsabili dei dipartimenti di canto e di teatro del Conservatorio, e il regista Filippo Crivelli, il musicologo Vincenzo De Vivo, lo storico Angelo Foletto e lo stesso Fedrigotti.

IL VIDEO

Una domanda di matrimonio

Il secondo evento, presso l’Arengo del Broletto, organizzato dal Teatro Coccia, in presenza per un pubblico di 50 persone e diffuso dal Conservatorio in diretta streaming, è la messa in scena di Una domanda di matrimonio, opera buffa del 1957, nella versione dell’autore (precedente a quella con orchestra) con la parte orchestrale affidata a 2 pianoforti e percussioni, probabilmente in prima esecuzione assoluta.

Lo spettacolo ha comportato una preparazione lunga a cura del Conservatorio, con anche alcune vicissitudini (sostituzioni in corso d’opera a causa di positività al Covid), ma risulta un evento molto gradito per tutti i partecipanti. Fedrigotti è coinvolto come direttore e responsabile musicale.

IL VIDEO

Incontro con la musica da camera di Luciano Chailly

Il terzo elemento del trittico è un incontro/concerto sulla musica da camera di Chailly, che prende spunto dal riconoscimento del valore anche didattico della pratica del repertorio da camera di Chailly per gli studenti, e vede coinvolte varie classi del Conservatorio Cantelli, da camera e di strumento, in un programma vario e articolato.

IL VIDEO

Servizio Tg3 Piemonte

Articolo Novara today

8 maggio Abbiategrasso

CrescendOrchestra

Incontro… in presenza!

Marzo Impronta sonora

Concorso pianistico internazionale online

Città di Arona

L’associazione Impronta sonora organizza un Concorso di esecuzione pianistica internazionale, pensato inizialmente in presenza e divenuto in seguito online a causa dell’emergenza sanitaria per il COVID 19, che rappresenta in questo momento un evento importante e una speciale occasione di incontro in musica per molti giovani delle più diverse parti del mondo. Anche la sezione per amatori rappresenta un momento di incontro particolare. m Fedrigotti è coinvolto nella giuria.

2021

23 dicembre Piacenza Teatro Gioco Vita

Sonia e Alfredo e Ranocchio

Continuano le attività del Teatro Gioco Vita di Piacenza con la registrazione dei video, tra l’altro, di Ranocchio, una produzione del 2009 con le musiche di Fedrigotti

11 dicembre Milano Conservatorio G. Verdi

Omaggio a Luciano Chailly

Si svolge a Milano in Conservatorio una giornata in ricordo di Luciano Chailly, all’interno delle attività delle celebrazioni per il centenario della nascita, in collaborazione con l’Archivio provinciale, l’Università e la Società filarmonica di Trento ed il Conservatorio di Novara.

Venerdì 11 dicembre tavola rotonda (ore 18.30) e concerto (ore 20.30) omaggio a Luciano Chailly nel centenario della nascita sulla pagina facebook
(https://www.facebook.com/ConservatorioMI/)
e sul canale youtube del Conservatorio (https://www.youtube.com/channel/UCiRafFpJ4Tak2lMHP-E9agw).

La giornata prevede, online, una tavola rotonda pomeridiana ed un concerto serale.

OMAGGIO A LUCIANO CHAILLY
Venerdì 11 dicembre dalle ore 18.30
Sulla pagina facebook e sul canale youtube del Conservatorio
ore 18.30. Tavola rotonda

Video omaggio di Vittorio Parisi

“Lezione di musica” a cura di Michele Fedrigotti

Relatori: Angelo Foletto, Gabriele Manca, Maddalena Novati, Marco Uvietta, Marina Vaccarini

Al termine video omaggio di Filippo Crivelli

ore 20.30. Concerto

Inaugurazione della serata a cura di Cristina Frosini Direttore del Conservatorio di Milano

Contributi video a cura di Cecilia Chailly

Luciano Chailly (1920-2002)

Improvvisazione n. 12 – Dmitriy Pegassov chitarra

Notturno e Studio dalla Sonata per chitarra – Samuele Passarella chitarra

Invenzione su quattro note – Giulio Petrella chitarra

Video omaggi di: Donna Ruth MagendanzCecilia Chailly a Pieve di Ledro con Renzo Bartoli

L. Chailly, Improvvisazione n. 2 – Matteo Monico pianoforte

Video omaggi di: Leonardo LeonardiAnna WilhelmFrancesco e Stefano Parrino

L. Chailly, Improvvisazione n. 5 – Francesco Melis violino

L. Chailly, Canone con variazioni sul nome di B.A.C.H. – Francesco Di Giacintoviolino

Video omaggi di: Davide AnzaghiLisa NavaFilippo Del Corno Assessore alla Cultura del Comune di Milano

L. Chailly, Istantanee di Anna Maria, Due istantaneeSonata tritematica n. 1, Variazioni nel sognoFiligrana, foglio d’album – Michele Fedrigotti pianoforte

Contributi video a cura di Cecilia Chailly

Fedrigotti partecipa

– alla tavola rotonda raccontando ed annunciando la prosecuzione delle attività tra il centenario della nascita del 2020 e il ventennale della scomparsa (2022), specialmente riferendosi alle iniziative del Conservatorio Cantelli di Novara ed al Concorso di composizione organizzato, in collaborazione con il Conservatporio Cantelli e numerose istituzioni di cultura musicale, dalla SIMC Società Italiana di Musica Contemporanea,

– con una “lezione di musica” su alcuni aspetti dellla produzione pianistica di Chailly

– al concerto serale, con l’esecuzione di una panoramica sui brani pianistici

La TAVOLA ROTONDA

La LEZIONE di MUSICA

IL CONCERTO

(dal canale YOUTUBE del Conservatorio di Milano)

3 dicembre Novara Corso di letteratura pianistica pianoforte contemporaneo

Inizia al Cantelli di Novara il Corso di letteratura pianistica contemporanea per i bienni ed i trienni, tenuto per l’anno accademico 2020- 2021 da M. Fedrigotti e dedicato al repertorio pianistico del ‘900 italiano, con una speciale attenzione, all’interno delle celebrazioni 2020-2022, all’opera di Luciano Chailly.

5 novembre Novara Conservatorio Cantelli Masterclass Chailly

Sempre all’interno delle celebrazioni del centenario della nascita di Luciano Chailly, Fedrigotti tiene un incontro – Masterclass sulla sua produzione pianistica nell’auditorium del Conservatorio Cantelli di Novara, in preparazione di un concerto che si realizzerà, a cura degli studenti, in occasione di un convegno, inizialmente programmato per il 29 novembre, che viene però rimandato a data da destinarsi a causa delle misure di precauzione per l’emergenza sanitaria del COVID 19.

27 ottobre Trento

Tele-Convegno

…il suono conquistato e organizzato“:

Luciano Chailly nel centenario della nascita

Vengono pubblicati dall’Università di Trento, a cura di Marco Uvietta, in collaborazione con l’Archivio provinciale e la Filarmonica di Trento i video del tele-convegno “…il suono conquistato e organizzato”: Luciano Chailly nel centenario della nascita.

La quarta puntata prevede un intervento di M. Fedrigotti dal titolo Vocalità e drammaturgia nella scrittura e nell’opera pianistica di Luciano Chailly, che brevemente prende in considerazione la produzione per pianoforte solo di Luciano Chailly e alcuni aspetti fondamentali della sua scrittura musicale.

La puntata segue le prime tre, da poco pubblicate:

La puntata inaugurale (M. Uvietta, A. Tomasi, A. Carlini, F. Chailly, M. Mazzolini):

https://youtu.be/DSHj2gWTpDE

 

https://www.youtube.com/watch?v=D8jV_Pia4J0&t=4s

Seguiranno altri incontri, e l’iniziativa rientra in un progetto più grande di celebrazioni tra il centenario della nascita del 2020 e il ventennale della morte del 2022 che, partendo da Trento e dalle relazioni con i Conservatori G. Cantelli di Novara e G. Verdi di Milano, ha l’obiettivo di ricordare e riattualizzare la presenza poliedrica di Chailly, importante compositore originale e versatile e protagoinista della cultura musicale irtaliana del ‘900.

16 ottobre Francesco Bianconi

FOREVER

Esce il 16 ottobre l’album Forever di francesco Bianconi, primo suo progetto solista.

Fedrigotti è coinvolto come pianista, o pianista ed arrangiatore della parte del quartetto d’archi in alcuni brani, AndanteL’abissoAssassino dilettantee anche come compositore, in Zuma beach.


9 Agosto Conservatorio Cantelli Novara

250° Beethoven

“Vom Herzen, moge es wieder zu Herzen gehen!”

Parole e musica
appuntamento in video
per il 250° di Beethoven
 
domenica 9 agosto 2020 ore 11,30
Trentadue ritratti in bianco e nero

Il Conservatorio di Novara celebra il 250° della nascita di Ludwig van Beethoven con la produzione di video a cura dei docenti per il suo pubblico di affezionati a cui l’emergenza sanitaria per il COVID 19 ha impedito di partecipare ed assistere all’abituale stagione concertistica. Fedrigotti partecipa con un contributo sulle ultime sonate pianistiche, centrato sulla sonata in La b M op. 110

LE CONVERSAZIONI DEL CANTELLI
Ludwig van Beethoven nel 250°
Parole e musica
Appuntamento settimanale con i docenti del Conservatorio

Maggio

Francesco Bianconi

FOREVER

Esce poi il CD di Francesco Bianconi Forever.

Michele Fedrigotti è coinvolto in alcuni brani come pianista (L’abisso, Assassinio dilettante, Andante, Zuma beach), arrangiatore di parti per quartetto d’archi (L’abisso, Assassinio dilettante) e compositore (Zuma beach).

E' “Forever” il primo progetto solista di Francesco Bianconi, un lavoro minimale e puro in cui il cantautore ha deciso di mettersi in gioco spogliandosi di sovrastrutture e concentrandosi sulle canzoni.
Prodotto da Amedeo Pace (Blonde Redhead), e registrato ai Real World Studios di Bath, il primo disco solista di Francesco Bianconi contiene dieci brani inediti e ospita artisti internazionali.
Per il suo progetto solista Bianconi ha voluto fare un disco scarno negli arrangiamenti e senza la tradizionale ritmica basso-chitarra-batteria con l'idea di usare la voce come unico elemento percussivo e con la presenza, nel tessuto di base di ogni pezzo, di un quartetto d’archi, il Quartetto Balanescu ensemble. Nel disco sono presenti due pianisti: Michele Fedrigotti("L'Era del Cinghiale Bianco" e "Fleurs") scelto per l'esecuzione delle canzoni con sonorità più classiche e Thomas Bartlett (Sufjan Stevens, Nico Muhly, Saint Vincent, Antony e The Johnsons) per i brani con arrangiamento più minimalista o pop.
Nel disco Bianconi ha fortemente voluto inserire altre voci, degli ospiti internazionali con cui ha avuto il piacere di collaborare sia per la scrittura dei brani sia per l'esecuzione della parte vocale. Gli ospiti sono: Rufus Wainwright, Eleanor Friedberger, Kazu Makino e Hindi Zahra. 
Questa la tracklist del disco:
Il Bene
L’Abisso
Andante
Go!
Faika Llil Wnhar
Zuma Beach
The Strenght
Certi Uomini
Assassinio Dilettante
Forever

Per Informazioni:
Instagram https://www.instagram.com/francesco_bianconi_official/
Facebook https://www.facebook.com/francescobianconiofficial/

BMG RIGHTS MANAGEMENT (ITALY) S.R.L. Corso Matteotti,1 , 20121 Milano Phone +39 02 776 773 00 
www.bmg.com http://www.facebook.com/BmgItaly
Booking & Management: Ponderosa Music & Art info@ponderosa.it - +39 02 48194128
Ufficio Stampa e Promozione: MA9 Promotion Tel:0229010172
Maryon Pessina - Cell. 333/3951396 - maryon@ma9promotion.com
Andrea Vittori - Cell. 347/0357107 - andrea@ma9promotion.com

16 aprile

Pubblicazione primo album solista di

Francesco Bianconi, “Forever”, rinviata

Francesco Bianconi rinvia l’uscita del primo album solista

L’uscita di “Forever”, il primo album solista di Francesco Bianconi prevista per aprile, è stata spostata in autunno. In attesa di comunicare la nuova data di pubblicazione, Bianconi uscirà l’8 maggio con “L’abisso” un nuovo brano estratto dal disco che segue l’uscita del primo singolo “Il Bene” rilasciato a inizio marzo.

Il progetto, registrato a Bath a real World nell’agosto 2019, ha coinvolto Michele Fedrigotti come pianista ed arrangiatore in alcuni brani.

7 marzo Milano teatro del PIME ore 17-19

CivilWeek

La manifestazione è sospesa e rimandata a data da destinarsi per l’emergenza sanitaria per il coronavirus

Make our garden grow

Porte aperte sul giardino di CrescendOrchestra

CivilWeek ospita nel suo palinsesto un incontro, in porte aperte, con una prova di CrescendOrchestra, dedicata al brano di Bernstein Make our garden grow, che dà il nome al progetto 2020 dell’orchestra giovanile.

E’ l’occasione per raccontare l’orchestra e coinvolgere direttamente il pubblico nelle sue attività.

23 febbraio Milano Spazio Teatro 89

Ranocchio

Dopo una decina d’anni dalle prime rappresentazioni al Piccolo Teatro di Milano, con piccoli spazi d’animazione per piccoli spettatori in una platea di dimensioni ridotte, apposta per loro, torna a Milano Ranocchio, spettacolo d’ombre del Teatro Gioco Vita, il secondo per cui Fedrigotti ha scritto le musiche.

Ranocchio domenica 23 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano

Tornano in una nuova versione e in un nuovo allestimento le avventure di Ranocchio e dei suoi amici, tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori e illustratori per l’infanzia al mondo, e messe in scena dalla compagnia Teatro Gioco Vita. Spettacolo di teatro d’ombre e d’attore adatto ai bambini di età compresa fra due e cinque anni, “Ranocchio” verrà rappresentato domenica 23 febbraio (ore 11; ingresso 8 euro) allo Spazio Teatro 89 di Milano nell’ambito della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo… e non solo”.
Candido e ingenuo, Ranocchio guarda il mondo con gli occhi sempre aperti, anzi spalancati. Tutto intorno a sé lo sorprende, lo riempie di stupore, lo incuriosisce. Ranocchio ha tanti amici: Anatra, una dolce e amorevole compagna di giochi; Porcellino, un placido amante della casa e della buona cucina; Lepre, un intellettuale che ha sempre una risposta a tutto; Topo, un avventuriero tanto intraprendente quanto generoso. Insieme affrontano le grandi domande che i piccoli drammi di ogni giorno pongono loro. A tutti questi dilemmi esistenziali Ranocchio e i suoi amici riescono sempre a trovare una risposta positiva. Un merlo trovato nel prato è l’occasione per interrogarsi sul mistero della morte e la necessità di celebrare la gioia di essere vivi. Il mal d’amore provato da Ranocchio è lo spunto per riflettere sul dolore e sulla felicità che da esso ne scaturisce. Uno spavento notturno rende inevitabile un’indagine sul tema della paura vera e della paura di aver paura.
Con parole e immagini di grande forza ed essenzialità, le vicende di Ranocchio e dei suoi amici, grazie a uno humour gentile, ci confortano e ci trasmettono un’inesauribile voglia di vivere. Lo fanno parlando di sé ma nel fare questo ci parlano anche di noi. Di noi che siamo grandi e ancora non sappiamo sempre accettarci ma, anche e soprattutto, di chi grande lo deve diventare e si misura ogni giorno con i problemi che il proprio crescere nel mondo comporta.
Queste piccole storie sono tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori e illustratori per l’infanzia al mondo. Le sue figure e le sue parole sono state staccate dal loro contesto originario per farle vivere sullo schermo del teatro d’ombre, trasformate con leggerezza e poesia in delicate storie animate.
“Ranocchio” è una delle produzioni per la prima infanzia della compagnia Teatro Gioco Vita che ha riscosso maggiore successo in Italia e all’estero (con tournée in Spagna, Francia, Slovenia, Svizzera, Olanda, Germania e Israele) ed è stata rappresentata, oltre che in italiano, anche in francese e spagnolo.
Al termine dello spettacolo, grazie alla collaborazione con Coop Lombardia, sarà possibile pranzare presso il Cafè dello Spazio Teatro 89 (su prenotazione, inviando una email a prenotazioni@spazioteatro89.org): il menu prevede un primo, un secondo, un contorno, pane, frutta, acqua e caffè al costo di 15 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini.
SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; info@spazioteatro89.org; www.spazioteatro89.org
Rassegna “Teatro Piccolissimo… e non solo” – Stagione 2019-2020
Ingresso: 8 euro. Carnet dieci biglietti: 70 euro.
“Ranocchio”, domenica 23 febbraio, ore 11.
Teatro d’ombre e d’attore.
Età consigliata: dai due ai cinque anni.
Compagnia teatrale: Teatro Gioco Vita.
Con: Deniz Azhar Azari e Tiziano Ferrari.
Adattamento teatrale: Nicola Lusuardi, Fabrizio Montecchi.
Regia: Fabrizio Montecchi.
Scene: Nicoletta Garioni.
Sagome: Federica Ferrari (tratte dai disegni di Max Velthuijs).
Musiche: Michele Fedrigotti.
Costumi: Sara Bartesaghi Gallo.
Luci e suoni: Anna Adorno, Alberto Marvisi.
Lo spettacolo è tratto dai libri di Max Velthuijs “Frog is sad”, “Frog in Love”, “Frog and the Birdsong”, “Frog is Frog” e “Frog is Frightened” editi da Andersen Press, London.

18 febbraio Milano Teatro del PIME

Festival meetings 2020

Paesaggi sonori

Viaggio sulle invisibili strade del suono

alla scoperta di altre identità e culture

Iniziano il 18 febbraio i concerti del nuovo, il sesto, Festival Meetings, Paesaggi sonori – Viaggio sulle invisibili strade del suono alla scoperta di altre identità e culture, organizzato dalla rinnovata rete delle SMIM di Milano e Provincia, per la presidenza del prof. Marco Paolo Morini, dirigente dell’Istituto G. Rodari di Baranzate, e la direzione artistica di G. Onorato e M. Fedrigotti.

1° concerto

PHOTOGALLERY

13 e 14 febbraio, Ostia

Ranocchio

Teatro Gioco Vita porta in scena lo spettacolo per bambini Ranocchio al Lido di Ostia

Inserito in: Teatro
Giovedì 13 e venerdì 14 febbraio in scena le avventure dell’ingenuo Ranocchio e dei suoi amici Porcellino, Anatre, Lepre e Topo

Ostia – Giovedì 13 e venerdì 14 febbraio(in doppia replica alle ore 9 e 11) Teatro Gioco Vita presenta RANOCCHIO al Teatro del Lido, in scena le figure e le parole tratte dai libri illustrati di Max Velthuijs, uno dei più celebrati autori per l’infanzia al mondo, vivono sullo schermo del teatro d’ombre, trasformate, con leggerezza e poesia, in delicate storie animate.

Candido e ingenuo, Ranocchio guarda il mondo con gli occhi sempre aperti, anzi, spalancati. Tutto intorno a sé lo sorprende, lo riempie distupore, lo incuriosisce. Ranocchio ha tanti amiciAnatra, una dolce e amorevole compagna di giochi; Porcellino, un placido amante della casa e della buona cucina; Lepre, un intellettuale che ha sempre una risposta a tutto e Topo, un avventuriero tanto intraprendente quanto generoso. Insieme affrontano le grandi domande che i piccoli drammi di ogni giorno pongono loro.

A tutti questi dilemmi esistenziali, Ranocchio e i suoi amici riescono sempre a trovare una risposta positiva. Un merlo trovato senza vita nel prato è l’occasione per interrogarsi sul mistero della morte e la necessità di celebrare la gioia di essere vivi. Il mal d’amore provato da Ranocchio è lo spunto per riflettere sul dolore e sulla felicità che da esso scaturisce. Uno spavento notturno rende inevitabile un’indagine sul tema della paura vera e della “paura di aver paura”. Con parole e immagini di grande forza ed essenzialità, le vicende di Ranocchio e dei suoi amici, grazie ad uno humour gentile, ci confortano e ci trasmettono una grandevoglia di vivere. Lo fanno parlando di sé, ma, nel fare questo, ci parlano anche di noi. Di noi che siamo grandi e ancora non sappiamo sempre accettarci ma, anche e soprattutto, di chi grande lo deve diventare e si misura ogni giorno con i problemi che il proprio crescere nel mondo comporta.

RANOCCHIO dall’opera di Max Velthuijs adattamento teatrale Nicola Lusuardi e Fabrizio Montecchi regia Fabrizio Montecchi con Deniz Azhar Azari, Tiziano Ferrari scene Nicoletta Garioni sagome Federica Ferrari (dai disegni di Max Velthuijs)
musiche Michele Fedrigotti costumi Sara Bartesaghi Gallo realizzazione scene Sergio Bernasani, Davide Giacobbi musiche registrate eseguite da Lello Narcisi flauto, Satoko Tsujimoto clarinetto, Mauro Loguercio violino, Daniele Beltrami violoncello, Michele Fedrigotti e Francesca Rivabene pianoforte, Michele Fedrigotti tastiere e voce, Paolo Filippi sound engineer lo spettacolo è tratto dai libri di Max Velthuijs Frog is sad, Frog in Love, Frog and the Birdsong, Frog is Frog, Frog is Frightened editi da Andersen Press, London

dai 2 ai 5 anni durata 45’

Teatro del Lido, via delle Sirene 22, Ostia.

Autore: Maria Grazia Stella

2 e 16 febbraio, 1 marzo

Seveso Accademia Marziali

 

Fedrigotti tiene una Masterclass presso l’Accademia Marziali, in incontri quindicinali con concerto finale.

Qui sotto informazioni più dettagliate

INCONTRI CON IL MAESTRO – Michele Fedrigotti (1)

4 e 5 gennaio Trento teatro Cuminetti

Piccolo Asmodeo

Lo spettacolo del Teatro Gioco Vita del 2012 sulla storia del piccolo diavolo che, a disagio nell’inferno, viene mandato sulla terra e attraverso varie peripezie trova una nuova identità, inizia il nuovo anno a Trento.

Coincidenza, il 2020 è l’anno del centenario della nascita di Luciano Chailly, zio di Fedrigotti, le cui celebrazioni avranno Trento, sede dell’Archivio provinciale che ospita l’archivio Chailly, protagonista, e la storia di Piccolo Asmodeo è molto simile, per il tema e la trasformazione del diavolo protagonista, a quella di Ferrovia soprelevata di Chailly/Buzzati.

Un inizio d’anno dunque già quasi nel segno della partecipazione di Fedrigotti alle celebrazioni del centenario…

Primo appuntamento del nuovo anno con la stagione di Anch’io a teatro con mamma e papà, la rassegna che il Centro Servizi Culturali S. Chiara, in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino, dedica al teatro per ragazzi. Sabato 4 e domenica 5 gennaio 2020, alle ore 16.00, il Teatro Cuminetti di Trento ospiterà “PICCOLO ASMODEO”, fiaba che narra le vicende di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust, tratta da Lilla Asmodeus di Ulf Stark. Lo spettacolo è portato in scena dalla compagnia Teatro Giocovita, con Tiziano Ferrari, i disegni di Nicoletta Garioni e le musiche di Michele Fedrigotti, per la regia di Fabrizio Montecchi.
L’adattamento teatrale è curato da Nicola Lusuardi e Fabrizio Montecchi. Lo spettacolo ha ottenuto il Premio Eolo Awards 2013.
Sotto sotto, nelle viscere della terra, abita il Piccolo Asmodeo, un piccolo diavolo buono, troppo buono per poter vivere tranquillamente nel mondo dei Fuochi e dei Sospiri. Essere cattivo proprio non gli riesce e nemmeno gli interessa e questo, per la sua famiglia, è un grande problema. Per riparare a questo, Asmodeo viene sottoposto ad una vera prova e mandato nel mondo della Luce e della Terra. Ignaro dell’uomo e delle sue abitudini, assolutamente inconsapevole di quello che lo aspetta, da quel momento Asmodeo si trova coinvolto in una girandola d’incontri di ogni tipo.
Tratto da “Lilla Asmodeus” di Ulf Stark, uno tra i più affermati scrittori contemporanei per ragazzi, Piccolo Asmodeo è una favola sul bene e sul male, che racconta con sottile ironia e con delicata poesia, senza mai cadere in facili moralismi, di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust.
Al termine dello spettacolo l’attore e il tecnico si intratterranno con i bambini per mostrare loro la magia del teatro delle Ombre, con le luci, le sagome e gli schemi dello spettacolo, svelando i “trucchi” di questo particolare teatro. Infine, inviteranno i bambini a fare teatro d’Ombre a casa con un regalino che riceveranno all’uscita, dando loro istruzioni sull’utilizzo.
Si tratta di un cartoncino A4, con i disegni dei due protagonisti della storia, Asmodeo e Cristina, da ritagliare e due bastoncini per muovere le figure.
Sempre al termine dello spettacolo verrà inoltre distribuita una sana merenda per i bambini gentilmente offerta da Almaverde Bio.

2020

1 dicembre Borgosesia

Centro studi Giovanni Turcotti ore 17.30

Notturno – Liriche della Luce

M. Fedrigotti, Francesca Rivabene e il loro figlio Leonardo danno vita ad un concerto pomeridiano, con repertorio vario per pianoforte, violoncello e pianoforte e pianoforte a 4 mani.

In programma:

L. van Beethoven – Sonata per violoncello e pianoforte n° 3 in La M (L. Fedrigotti – F. Rivabene)

F. Chopin – 2 notturni op. 27 e Scherzo n° 3 op. 39 (M. Fedrigotti)

M. Ravel – Ma mére l’Oye, a 4 mani (F. Rivabene – M. Fedrigotti)

F. Chopin – Polonaise “Eroica”, op 53 (M. Fedrigotti)

http://www.valsesianotizie.it/2019/11/28/leggi-notizia/argomenti/eventi-8/articolo/borgosesia-la-poesia-dellarte-musicale-nel-salotto-del-borgo-con-la-famiglia-fedrigotti.html

21 settembre Jesi Teatro Pergolesi

Festival Pergolesi Spontini

Alice

Art et décoration

Accompagnata al pianoforte da M. Fedrigotti, Alice ritrova il suo repertorio dedicato alla radice della chanson, da G. Faurè, E. Satie e M. Ravel a I. Gurney, R. Hahn, G. Sadero, H. Villa Lobos, C. Ives, X. Montsalvatge, in un reale incanto vocale.

11 settembre Milano Teatro del P.I.M.E.

BEGINNING

Concerto finale Seminario Orchestra d’archi

CrescendOrchestra

Si tiene presso il P.I.M.E. a Milano dal 2 all’11 settembre il primo seminario d’orchestra d’archi organizzato dalla neonata Associazione CrescendOrchestra, di cui M. Fedrigotti è presidente.

L’iniziativa, centrata sulla promozione dell’omonima orchestra giovanile CrescendOrchestra, prosegue e raccoglie le esperienze dei precedenti seminari organizzati dalla SMIM Quintino Di Vona e dei lavori dell’Orchestra giovanile provinciale nata all’interno dei Festival Meetings nei precedenti anni, con una nuova organizzazione.

Ai lavori ed al concerto partecipano circa una settantina di ragazzi, con notevoli risultati didattici ed esecutivi. La varietà di repertorio, di direzione e di apporti dei diversi docenti coinvolti rappresentano per loro un’occasione speciale di approfondimento del loro far musica insieme.

Un ringraziamento speciale di tutti, per gli aspetti organizzativi, va a Magdolna Szelendi, già da sempre con Stefano Montaldo ispiratrice di questi seminari di settembre, giunti ormai con questo alla loro quinta edizione.

21 agosto Milano Castello sforzesco

Estate Sforzesca

Natura, Arte e Scienza in Blue

 

 

Il gruppo di amici,  artistico e culturale, Kairòs, prosegue il suo lavoro e le sue proposte con il secondo concerto nell’Estate sforzesca, con un programma vario, attraverso parecchi secoli, dedicato alla Natura, nel 500° di Leonardo da Vinci, “Natura, Arte e Scienza” , in Blue.

Si ringraziano l’Associazione Canone inverso e Carlo Centemeri per la gestione degli aspetti amministrativi.

Programma:


Leonardo da Vinci

Il volo d’amore Elaborazione dai Rebus musicali di Leonardo di Massimo Lonardi e Michele Fedrigotti   Dorela Cela, soprano, Sestetto Kairòs

Ludwig van Beethoven

dalla Sinfonia n° 6 in Fa M “Pastorale” op 68, I° mov Quartetto Amodonos


Claude Debussy

La terrasse des audiences au claire de lune Michele Fedrigotti, pianoforte

Quatre mélodies de jeunesse Dorela Cela, soprano, Michele Fedrigotti, pianoforte

Claire de lune Sergio Scappini, fisarmonica

Syrinx Lello Narcisi, flauto

Prélude à l’apres midi d’un faune Lello Narcisi, flauto, Quintetto Kairòs


George Gershwin

Someone to watch over me, The man I love, I got rithm Dorela Cela, soprano, Quintetto Kairòs

Rapsodia in blue Michele Fedrigotti, pianoforte, quartetto Amodonos

  



Photogallery

16/19 agosto Bath Real World Studios

Francesco Bianconi

M. Fedrigotti partecipa come pianista e in parte come compositore ed arrangiatore alla registrazione del nuovo progetto discografico di Francesco Bianconi.

Photogallery

12 agosto Milano Casa Verdi

Concerto con quartetto Amodonos

Per gli ospiti di Casa Verdo la mattina del 12 agosto Fedrigotti suona col Quartetto Amodonos in un concerto con parte del repertorio del progetto Natura arte e scienza in blue.

Il programma:

F. Chopin Polonaise fantaisie op 61 (pianoforte solo)

L van Beethoven dalla Sinfonia Pastorale, primo movimento (4 fisarmoniche multitimbriche, Amodonos)

G. Puccini/ R. Leoncavallo/ S. Scappini Medley da E lucevan le stelle/ Vesti la giubba/Nessun dorma (fisarmonica sola Scappini)

G. Gershwin Rapsodia in blue (M. Fedrigotti – Quartetto Amodonos)

Photogallery

9 agosto Val di Ledro (Tn)

Locca Concei

Centro culturale

KAWAI a Ledro

M. Fedrigotti partecipa come pianista al concerto in occasione del 90° compleanno di Roberto Furcht con l’esecuzione della Polonaise fantaisie di F. Chopin

Photogallery

3 agosto Milano Castello sforzesco

Estate Sforzesca

Lo stile italiano

Il gruppo strumentale, artistico e culturale Kairòs, che ridà vita, senza particolare definizione istituzionale, all’Associazione Kairòs, creata da M. Fedrigotti, Lello Narcisi, Francesca Rivabene e Satoko Tsujimoto nel 2009 e chiusa poi nel 2016, realizza il primo di due concerti per l’Estate sforzesca 2019, dedicato a triosonate del barocco italiano.

Si ringraziano l’Associazione Canone inverso e Carlo Centemeri per la gestione degli aspetti amministrativi.

Programma

Francesco Antonio Bonporti (1672-1749)

Invenzione VIII in Mi minore per violino e basso continuo

Francesco Maria Veracini (1690-1768)

Sonata in  Re maggiore  op.1 n. 10  per violino e basso continuo

Arcangelo Corelli (1653-1713)

Sonata in re minore op.5 n.12 per violino e basso continuo

La Follia

—————

Giuseppe Tartini (1692 – 1770)

Sonata in sol min per violino e basso continuo

“Didone Abbandonata”

Antonio Vivaldi (1678-1741)

Sonata in La min. op.2 n° 12

Francesco Maria Veracini (1690-1768)

Sonata in Mi min. op.1 n. 6 per violino e basso continuo

 

photogallery

8 – 13 luglio Castellanza Villa Pomini

In ascolto

Masterclass di interpretazione pianistica

Fedrigotti tiene una masterclass pianistica presso l’Accademia di Villa Pomini a Castellanza. I lavori sono significativamente arricchiti e completati dalla presenza di lavori di Metodo Feldenkrais con Claudio Gevi e di sperimentazione di danza contemporanea con Rosita Mariani.

18 giugno Novara Conservatorio Cantelli

Saggio della classe di pianoforte di M. Fedrigotti

Si tiene nell’auditorium Cantelli il saggio finale annuale della classe di pianoforte di Fedrigotti.

Lo scopo è, come sempre, dare agli allievi l’occasione di compiere una preparazione più compiuta e provarsi nel ruolo di interpreti col pubblico. Per un pubblico di genitori ed amici i ragazzi suonano con notevole impegno e buoni risultati esecutivi.

12 giugno Milano Teatro del PIME

Festival Meetings 2019 Il volo sostenibile

11° concerto

Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Si tiene al Teatro del PIME il concerto conclusivo del Festival Meetings 2019 Il volo sostenibile in occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile del 12 giugno, con la partecipazione della Civica Scuola di Musica di Milano Claudio Abbado con un suo quintetto di fiati; la cosa assume un particolare significato perchè Claudio Abbado era stato, con Maria Gabriella Lay, l’iniziatore di Music against child labour, l’iniziativa dell’ILO di cui ricorre il centanario della fondazione quest’anno.

Fedrigotti, oltre a essere coinvolto come organizzatore, accompagna la violinista Silvia Borghese, come ormai tradizione da anni, e suona qualche brano con la Milano Strings Academy (Nyman The heart ask pleasure first, Morricone Gabriel’s oboe, Saint Saens Il cigno)

Photogallery

28 maggio Milano Teatro del PIME

Festival Meetings 2019 Il volo sostenibile

10° concerto

21 maggio Milano Teatro del PIME

Festival Meetings Il volo sostenibile

9° Concerto

20 -24 maggio Castiglione Olona

Istituto Comprensivo Branda Castiglioni

In collaborazione con l’Associazione Kairòs il preside Saverio Lomurno organizza come ogni anno la Settimana della musica presso le scuole di Castiglione Olona.

19 maggio Milano Pianocity

Museo della scienza e tecnologia
Sala del cenacolo

Meetings through Chopin

Dalle 16 alle 18, alla sala del Cenacolo del Museo di scienza e tecnologia, con ingresso in via San Vittore, 21, a Milano, due ore di incontri ad personam attraverso la musica di F. Chopin tra un pianista e una persona ala volta del pubblico seduta in poltrona.

Una ricerca di relazione attraverso la musica.

Questo era il programma dell’evento; in realtà la grandezza della sala ed il numeroso pubblico, con tutti i posti esauriti, hanno creato una situazione un po’ diversa, più simile al concerto, in cui comunque una sedia speciale ed una relazionedi dedica ed ascolto ad personam è stata mantenuta.

Il repertorio suonato:

Ballata n° 4 in Fa m op 52

Notturni op 9 n° 1 e 2 in Si b m e Mi b M

Mazurca op 17 n° 4 in La m

Improvviso fantasia op 66 in Do # m

Polonaise op 26 n° 1 in Do # m

2 Notturni op. 27 in Do # m e Re b M

Scherzo n° 3 op 39 in Do # m

Preludio op 28 n° 15 in Re b M

Valzer op. 64 n° 2 in Do # m

Polonaise “Eroica” op 53 in La b M

Andante spianato op. 28 in Sol M

14 maggio Milano PIME

Festival Meetings Il volo sostenibile

8° concerto

I.C. 25 aprile Cormano, G. Rodari Baranzate, G. Galilei Corsico

photogallery

10/11 maggio Londra Air studios

Ludovico Einaudi RUN

Si realizza a Londra una nuova versione del brano “Run” di Ludovico Einaudi, per lo spettacolo di Bob Wilson “Mary said what she said”. M. Fedrigotti è coinvolto nella registrazione dell’orchestra, come direttore.

Photogallery

9 aprile Milano Teatro del PIME

Festival Meetings 2019
Il volo sostenibile

6° Concerto

Scuole di via Vivaio, Rinascita – Livi

photogallery

7 aprile MilanoTeatro del PIME
Festival Meetings 2019
Il volo sostenibile

5° Concerto CrescendOrchestra

Prendendo il volo!!!

All’interno del Festival Meetings 2019 Il volo sostenibile si realizza il concerto annuale dell’Orchestra giovanile provinciale della città metropolitana di Milano, quest’anno col nome di CrescendOrchestra.

Il concerto, che riunisce circa 200 ragazzi da molte scuole musicali di Milano, è un’occasione unica di incontro per i ragazzi e per i loro docenti, impegnati in un impegnativo lavoro musicale ed organizzativo, fortemente ancora caratterizzato dall’assoluto volontariato.

Il concerto rappresenta un momento particolarmente significativo, nell’anno delle celebrazioni insieme del 500° della morte di Leonardo da Vinci, all’interno del palinsesto del Comune di Milano “Leonardo 500”, e del centenario della fondazione dell’ILO, International Labour Organization (ONU).

M. Fedrigotti partecipa come coorganizzatore e codirettore artistico insieme con la reerente provinciale SMIM Gigliola Onorato, e come arrangiatore/elaboratore e direttore dell’orchestra in due brani, una realizzazione dei Rebus musicali di Leonardo da Vinci, basandosi sulla realizzazione per voce e liuto di Massimo Lonardi, presente in sala, e una riorchestrazione di “Volare”, Nel blu dipinto di blu, di Domenico Modugno, con la  presenza straordinaria del soprano Dorela Cela.

Si ringrazia la preziosa generosità di tutti!

Video Il volo d’amore dai Rebus di Leonardo da Vinci

12 marzo

MilanoTeatro del PIME
Festival Meetings 2019
Il volo sostenibile

4° Concerto

19 marzo

MilanoTeatro del PIME
Festival Meetings 2019
Il volo sostenibile

3° Concerto

26 febbraio Novara

Conservatorio Cantelli Auditorium

Concerto di Carnevale

Auditorium Fratelli Olivieri

Carnevale al Conservatorio

NON SOLO I CARMINA BURANA

martedì 26 febbraio 2019 – ore 21 ingresso libero

Il Conservatorio “Cantelli”, in occasione del Carnevale 2019, propone alla cittadinanza e a tutti coloro che vorranno intervenire, un vero e proprio evergreen vale a dire i sempre graditissimi e godibili Carmina Burana, capolavoro assoluto che Carl Orff condusse a termine nell’ormai lontano 1937, rielaborando in maniera geniale antiche pagine monodiche, per così dire goliardiche’, di ambito medievale, reperite presso la bavarese abbazia di Benediktbeuren. Ne sortì un’azione semi scenica, volta a sottolineare la forza propulsiva dell’amore, nella sua accezione più sensuale; e allora ecco i canti dedicati alla primavera e al suo risorgere, con tutte le implicazioni semantiche e simboliche che ne derivano, ecco poi una serie di spumeggianti danze, la sezione centrale dedicata ai canti della taverna (con spassose parodie e prese in giro del clero), da ultimo una serie di irresistibili canti d’amore che sono il contraltare se non plebeo certo naturalistico dei quintessenziati lavori trobadorici. A far da cornice al tutto il notissimo brano iniziale – O Fortuna velut luna – destinato a ricomparire anche in chiusura, a sottolineare la caducità della vita umana, così come all’interno della raccolta non pochi sono i brani intesi a parodiare l’universo liturgico (da Ego sum abbas alla spassosa chanson a boire In taberna quando sumus nella quale è possibile leggere in filigrana il contraltare del Dies Irae), e via elencando. Impossibile  restarne indifferenti.
Ad eseguire una succulenta selezione dai  Carmina Burana in versione per due pianoforti, coro e percussioni saranno il Coro da Camera del Conservatorio “Cantelli” (direttore Giulio Monaco, esperto maestro di coro e musicista di razza oltre che docente al Cantelli) ed i pianisti Alessandro Commellato e Michele Fedrigotti.
Non solo. La serata proseguirà poi con i soli pianisti Commellato e Fedrigotti (entrambi interpreti dal ricco palmarès e dalla variegata carriera, nonché docenti anch’essi presso il Cantelli; in programma una pagina spumeggiante e sfolgorante: e si tratta di Scaramouche del francese Darius Milhaud, appartenente al gruppo Les Six: brano di sicura presa con quei suoi ritmi ‘carioca’ che paiono invitare alla danza ed alla joie de vivre (Milhaud fu a lungo in Sudamerica e rientrato in Europa seppe ‘contaminare’ infatti con somma abilità e  maestria timbrico-armonica, stilemi folklorici e scrittura colta).
A seguire l’inossidabile Boléro di Maurice Ravel, pagina emblematica della scrittura del musicista basco nella versione per due pianoforti firmata da Ravel medesimo, vera sitntesi del suo modo di scrivere («orologiaio svizzero», ebbe a definirlo Stravinskij e non a caso l’implacabilità del ritmo è uno degli elementi fondamentali di tale pagina unita allo spunto tematico desunto dal folklore che tanta parte ebbe nella vicenda creativa di Ravel).
Per finire ancora una pagina sul côtè novecentesco e si tratta della divertente Rhapsody in blue di George Gershwin, altro vero e proprio  evergreen, pagina di incredibile appeal, dove il grande jazz sinfonico trova modo di espandersi in una scrittura scaltrita e fascinosa.
Per inciso, una curiosità: il fatidico 1937 aleggia misteriosamente sulla serata, dacché a quell’anno risalgono i Carmina e la scomparsa sia di Ravel sia di Gershwin.
Da non perdere.

VIDEO Rapsodia in blue

26 febbraio Milano PIME

2° Concerto

SMIM G. Pascoli di Cusago I.C. Umberto Eco Scuola Monteverdi

Continua il Festival Meetings con il secondo incontro, di tre scuole

19 febbraio Milano PIME

Festival Meetings 2019 Il volo sostenibile

1° concerto

I.C. Manzoni Cologno Monzese

SMIM E. Colorni

Si tiene presso il PIME il primo concerto del 5° Festival Meetings, ancora per la direzione artistica di M. Fedrigotti e G. Onorato, dedicato quest’anno, con il titolo “Il volo sostenibile”, alla relazione tra il lascito culturale di Leonardo da Vinci, nel ‘500° anniversario della morte, e gli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, in occasione del centenario della fondazione dell’ILO, International Labour Organization (ONU).

photogallery

2019

12 dicembre Milano Auditoriun Quintino Di Vona

I notturni della Quintino

M. Fedrigotti partecipa ad un concerto di docenti della Scuola Quintino di Vona suonando a 4 mani con Claudio Gevi due danze slave di Dvorak In Mi m op. 72 n° 10 e op. 46 n° 1.

18 novembre Milano Bookcity

San Bernardino alle monache ore 16.00

Paulo e Daria lettura scenica

Amanti alla Corte di Ludovico il Moro

Con Erica del Bianco, Michele Fedrigotti, Sergio Leondi, Gabrio Ludovico Mauri, Pietro Sergio Mauri, Ariberto Radicati di Primeglio,Chiara Serangeli. A cura dell’associazione culturale Amici di San Bernardino alle Monache.

Gaspare Visconti (1461-1499) dedicata a Ludovico il Moro.

Tragica storia d’amore probabile fonte del Romeo e Giulietta: plurispettacolare con tornei cavallereschi, battaglia in mare con pirati, naufragio e rocambolesco e inaspettato finale.

Michele Fedrigotti nell’occasione improvvisa sul momento un accompagnamento musicale alla lettura.

 

8 novembre Londra Abbey Road Studios

Recording Roberto Cacciapaglia’s project

DIAPASON

25 ottobre Milano Spazio COOP di via Arona

Concerto chopiniano

“À la recherche…” Omaggio a Fryderyc Chopin

Nel pomeriggio di giovedì 25 ottobre, alle ore 17.00, Fedrigotti tiene un incontro chopiniano presso lo spazio COOP di via Arona 15, a Milano, per la direzione artistica di Luca Schieppati.

Continua la ricerca di una dimensione opportuna di interpretazione e di ascolto dell’opera di F. Chopin…

In programma

Notturni op 27 n°1 e 2 in Do# m e Re b M

Scherzo n° 3 op 39 in Do# m

Ballata n° 4 op 52 in Fa m

Polonaise “Eroica” op 53 in La b M

Polonaise fantaisie op 61 in La b M

Bis Andante spianato op 22

22 ottobre Biella Cittadellarte

Plenaria annuale degli

ambasciatori del Terzo Paradiso

M. Fedrigotti, da poco nominato ambasciatore del Terzo Paradiso, partecipa a Biella a Cittadellarte alla giornata di riunione plenaria annuale degli ambasciatori.

11 settembre Milano

Concerto finale stage orchestrale della SMIM

Quintino di Vona

SALA “CERRI” – BIBLIOTECA DI VIA VALVASSORI PERONI

In continuità con le collaborazioni degli ultimi anni in occasione dei Festival Meetings e della formazione dell’Orchestra giovanile L’albero della Vita, in occasione del IV seminario d’orchestra d’archi organizzato dalla SMIM Quintino Di Vona a cura dei docenti Magdolna Szelendi e Stefano Montaldo, M. Fedrigotti partecipa come ospite, come già l’anno passato, ai lavori, dirigendo nel concerto finale due brani.

L’iniziativa, basata sull’entusiasmo e la dedizione di un affiatato gruppo di docenti appassionati, è davvero un significativo contributo alla formazione musicale dei ragazzi a Milano, coinvolgendo principalmente, ma non solo, una settantina di strumentisti ad arco in una full-immersion dal forte valore didattico e di incontro in musica.

8 settembre Morbegno

Alpi sonanti X° TANGOfestival

Auditorium Sant’Antonio

…E TANGO SIA!

BossoConcept Ensemble

Tango2018 libretto

Dopo il concerto del 28 luglio al teatro di Udine, continua il lavoro sul tango in quintetto del BossoConcept Ensemble, dove Fedrigotti è ancora coinvolto come pianista.

BossoConceptEnsemble
Romina Godoy y
Pablo García
Loredana Sartori y
Roberto Angelica
Arrangiamenti e musiche
originali Jorge A. Bosso
www.jorgebosso.com

Ivana Zecca clarinetto
Gino Zambelli bandoneòn
Jorge A. Bosso violoncello
Paolo Badiini contrabbasso
Michele Fedrigotti pianoforte
Romina Godoy y Pablo García,
Loredana Sartori y
Roberto Angelica ballerini

Tango!
A volte abbiamo bisogno di molte
parole per esprimere un pensiero,
a volte meno. Ci sono invece
occasioni in cui una parola – e solo
una – ci apre un immaginario tale
da non aver necessità di ulteriori
commenti.

Tango!
La misura e sobrietà è senza
dubbio una qualità, ai giorni nostri,
molto ben vista e assai apprezzata.
Addirittura una singola mattonella
sarebbe sufficiente dove ballar
tango fino all’alba.
Tango!
Siamo arrivati alla decima edizione
del Tango Festival! Un traguardo
importante per una realtà che
non ha mai smesso di crescere
e offrire al pubblico la possibilità
di essere a stretto contatto con
alcuni dei più grandi maestri del
ballo argentino.
Tango!
Romina Godoy e Pablo García,
protagonisti del leggendario
spettacolo Tango x Dos, saliranno
sul palcoscenico del nostro
Auditorium, insieme agli affermati
ballerini Loredana Sartori e
Roberto Angélica e il BossoConcept
Ensemble.
Tango!
La tradizione prende il sopravvento
e si alleggerisce in un presente
agognante del tempo che fu. Una
parola, un’intenzione, un desiderio
e… che Tango sia!

23 agosto Campo lo Feno

Estate musicale 2018

Fedrigotti ritorna dopo 4 anni a Campo lo Feno, posto magico, per la Stagione 2018 degli Amici di Campo lo Feno, con un récital pianistico; il programma è identico a quello del 12 agosto a Mercatale di Cortona:

L. van Beethoven     Sonata op. 110 in La b M

L. Dallapiccola         Quaderno musicale di Annalibera

F. Chopin                 Ballata n°4 in Fa m op. 52

F. Liszt                     Ballata n°2 in Si m

12 agosto Mercatale di Cortona

Ospite della XVIII stagione concertistica di Cortona Fedrigotti è coinvolto in un recital al pianoforte, Concerto d’estate.

Il programma:

L. van Beethoven        Sonata in La b M op. 110 (1821)

(1770 -1827)                  Moderato cantabile molto espressivo

Allegro molto

Adagio ma non troppo

Fuga – Allegro ma non troppo

L’istesso tempo di arioso

L’istesso tempo della fuga poi a poi di nuovo vivente

Luigi Dallapiccola      Quaderno musicale d’Annalibera (1952)

(1904 – 1975)                Simbolo

Accenti – Contrapunctus primus

Linee – Contrapunctus primo (Canon contrario motu)

Fregi . Andantino amoroso e Contrapunctus tertius (Canon cancrizans)

Ritmi – Colore – Ombre

Quartina

***       ***      ***

Fryderyc Chopin         Ballata n° 4 in Fa m op. 52 (1841-43)

(1810 – 1849)                Andante con moto

Ferenc Liszt                 Ballata n° 2 in Si m (1853)

(1811 – 1886)                Allegro moderato –Lento assai – Allegretto – Allegro deciso

2 agosto Piedicavallo

Autour de Chopin

A Piedicavallo Festival (il programma), ospite delle varie iniziative musicali organizzate da A. Commellato, Fedrigotti continua in un récital chopiniano su due Erard storici  la ricerca di una formula di concerto di ascolto e dialogo con il pubblico già perseguita con Chopin in libreria nel 2010, e con le proposte in Piano City Milano del 2017, l’incontro con il pianino Pleyel, e del 2018, Searching for Chopin.

L’esecuzione ha riguardato, come brani completi,

Preludio in Mi m op. 28 n° 4, Mazurca in La m op. 17 n°4, Polonaise in do# m op. 26 n°1, Preludio in Re b M op. 28 n° 15, Scherzo n° 3 in Do# m op. 39, 2 Notturni in Do# m e Re b M op. 27, Notturno in Si b m op. 9 n°1, Scherzo n° 2 in Si b m op. 31, Notturno in Mi b M op. 9 n°2, Polonaise in La b M op. 53, Polonaise fantaisie in La b M op. 61, Andante spianato in Sol M op. 22.

Qui il titolo si riferisce anche al ricordo dell’esperienza scaligera con Commellato del 1995!

28 luglio Udine Tango

The Bosso concept

Danza e musica dal vivo

CRONACHE DI BUENOS AIRES – HISTORIAS DE TANGO

musiche originali e arrangiamenti

Jorge A. Bosso

Bosso Concept Ensemble

Jorge A. Bosso violoncello

Ivana Zecca clarinetto

Davide Vendramin bandoneÓn

Paolo Badiini contrabbasso

Michele Fedrigotti pianoforte

Ballerini

Romina Godoy e Samuele Fragiacomo

Loredana Sartori e Roberto Angélica

Natalia Cristofaro De Vincenti e Pablo Calvelli

Ritmo, passione, sensualità, eleganza: il tango torna assoluto protagonista della scena con uno dei suoi più originali eautorevoli interpreti, il musicista argentino Jorge A. Bosso. Più volte al fianco di artisti di fama mondiale come la pianista Martha Argerich anche in occasione di importanti festival internazionali,conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, Bosso non è solo un applaudito interprete ma anche un affermato compositore, capace di fondere alla perfezione schemi compositivi classici e contemporanei. Con l’inseparabile violoncello, affiancato sulla scena dal suo Ensemble Bosso Concept e da tre coppie di ballerini, cresciuti accanto ai viejos milongueros porteñose ora affermatissimi artisti e insegnanti, il compositore argentino proporrà alcuni dei più celebri successi del repertorio tradizionale accanto a brani originali.

Cronache di Buenos Aires è un viaggio dolceamaro e sanguigno nel cuore della cultura sudamericana dove si abbracciano sonorità, stili, suggestioni e atmosfere diversissime fra loro.

E al termine dello spettacolo, sarà il pubblico ad essere protagonista: tutti saranno invitati sul palco a ballare una sfrenata milonga!

danza e musica dal vivo durata 80 minuti

intero € 20,00

ridotto G teatrocard e giovani € 17,00

2-6 luglio Milano Mondomusica

Masterclass pianistica

Ospite della Scuola Mondomusica e della sua presidente Veruska Mandelli, (sua ex allieva della Civica Scuola di musica di Milano), a cui va il più vivo ringraziamento, Fedrigotti tiene, come attività promossa dall’Associazione musicale Kairòs, una masterclass pianistica dedicata al cantabile e al legato.

26 giugno Milano Le Trottoir

Fedrigotti partecipa con un lavoro estemporaneo basato sull’ascolto del Preludio e fuga in Do M dal I° volume del Wohltemperierteklavier di J.S. Bach ad un incontro tenuto presso Le Trottoir a Milano da Manuela Gandini, all’interno di una serie di “incontri-lezione” sull’arte contemporanea.

24 giugno ore 18.00 Pozzo d’Adda

Chiesa Sant’Antonio abate

Concerto in ricordo di

Arturo Solci e Don Enrico Petrini

Organizzato dall’Associazione Lumen Gentium

Domenica 24 Giugno 2017, ore 18.00

presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate in Pozzo d’Adda

il Centro Culturale Lumen Gentium propone

un concerto curato e sponsorizzato da Miranda Mambelli in memoria di don Enrico Petrini e nel ricordo di Arturo Solci.

Programma

“Lo stile Italiano”

Enrico Casazza – violino
Nicola Brovelli – violoncello
Michele Fedrigotti – clavicembalo

23 giugno Briosco Villa Medici – Giulini

Si tiene presso Villa Giulini, a Briosco, sede di numerose attività musicali e di un importante collezione di strumenti storici, il primo concerto del trio Casazza-Brovelli-Fedrigotti dedicato a repertorio barocco italiano.

Lo stile italiano

Il 23 e 24 giugno il violinista Enrico Casazza, il violoncellista Nicola Brovelli e Michele Fedrigotti danno avvio all’attività di un nuovo trio, in due concerti dedicati al barocco italiano.

Programma

“Lo stile italiano”

Francesco Antonio Bonporti (1672-1749)

Invenzione VIII in Mi minore per violino e basso continuo

Francesco Maria Veracini (1690-1768)

Sonata in  Re maggiore  op.1 n. 10  per violino e basso continuo

Arcangelo Corelli (1653-1713)

Sonata in re minore op.5 n.12 per violino e basso continuo

La Follia

—————

Stefano Carbonelli (1699-1773)

Sonata in Re  minore   per violino e basso continuo

Giuseppe Tartini (1692 – 1770)

Sonata in sol min per violino e basso continuo

“Didone Abbandonata”

Francesco Maria Veracini (1690-1768)

Sonata in Mi min. op.1 n. 6 per violino e basso continuo

Enrico Casazza  violino

Nicola Brovelli    violoncello

Michele Fedrigotti   clavicembalo

12 giugno Milano Palazzina Liberty

World Day Against Child Labour

Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Acqua per l’Albero della Vita

Concerto della Milano Strings Academy

Si conclude in Palazzina Liberty il quarto Festival Meetings, “L’albero della vita”, edizione del 2018, con un concerto in celebrazione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, indetta dall’ILO (International Labour Organization, ONU) e quest’anno dedicata specialmente alla salute e alla sicurezza dei bambini.

Protagonista, dopo i 12 concerti tenuti lungo laprimavera da formazioni delle SMIM milanesi, è la Milano Strings Academy diretta da M. Cagnetta. Fedrigotti partecipa, oltre che come organizzatore del Festival, collaborando con i ragazzi come pianista e come direttore in due brani.

4 giugno Milano Conservatorio G. Verdi

Premio del Conservatorio

Fedrigotti è in giuria al premio del Conservatorio 2018 per la prova finale della categoria B, dedicata a Solisti strumenti a tastiera e a percussione

Qui in una pausa, con gli altri membri della giuria: Mariangela Vacatello, Stefania Mormone, Michele campanella, Stefania Redaelli.

19 maggio Milano

   Piano City Milano

Santeria Social Club ore 21.00 – 24.00

 “Searching for Chopin”

Una tre ore per ascoltare la voce dell’anima di Chopin attraverso una lettura approfondita del testo musicale, lasciandosi trasportare nell’evocazione tra brani completi, frammenti e particolari, per immergersi nella drammaturgia del teatro interiore chopiniano e nelle sonorità di uno dei repertori più belli e affascinanti della letteratura pianistica.

Michele Fedrigotti quest’anno partecipa a Piano City Milano con una 3 ore chopiniana, un incontro per dare voce all’anima del grande compositore polacco con esecuzioni complete e analisi di frammenti e particolari, in un viaggio nella drammaturgia e nella profondità del senso della scrittura pianistica di Chopin.

 

10 maggio

Associazione musicale Kairòs riapertura

L’Associazione Kairòs, socia della SIEM (Società Italiana di Educazione Musicale), ha come scopo la diffusione della cultura musicale, e della buona musica, ad ogni livello.
Fondata da musicisti di talento ed esperienza sulla base dell’entusiasmo e dell’amicizia, nasce dalla consapevolezza che, individualmente e socialmente, l’uomo ha bisogno di musica, come espressione di sè, comunicazione, patrimonio di impressioni, pratica viva d’artigianato personale, rigenerazione, gioco, creatività, cultura.
Aperta senza restrizioni sul panorama storico ed attuale, oggi che la velocità e facilità della condivisione della comunicazione rappresenta una delle caratteristiche più evidenti del vivere, e ciònonostante la cultura, e l’approfondimento delle conoscenze, diventano elementi in realtà sempre più secondari nella maggioranza delle politiche sociali, anche a livello didattico, promuove progetti diversi, spettacolari e didattici, cercando e realizzando collaborazioni felici con artisti illustri ed Enti interessati, dandosi come priorità la ricerca, e la proposta, della qualità.
Ciò volutamente al di là di valutazioni economiche e di mercato, pur praticamente importanti, per evitare l’asservimento della cultura, e della vita, alle mere logiche di profitto.
Fantasia, ingegno, ricerca, consapevolezza, creatività, libertà, solidarietà, vivacità, sono tutte parole (tra molte altre qui non espresse) che esprimono alcuni degli intenti e dei valori a cui i musicisti dell’associazione si riferiscono, nelle loro scelte e nei loro lavori.
A tutti gli amici, buon ascolto!


Marzo 2009

Per contatti e comunicazioni:

musikairos@gmail.com

info@associazionemusicalekairos.it

I soci fondatori:

Michele Fedrigotti, presidente

Lello Narcisi, vicepresidente

Francesca Rivabene, consigliera

Satoko Tsujimoto, consigliera

Soci onorari:

Pinuccia Carrer

Sonia Grandis

Gabriella Locatelli Serio

Così scrivevano i soci fondatori nel 2009. L’associazione, dopo varie attività, visibili qui, aveva chiuso la sua presenza pubblica nel 2016, a seguito anche dell’indisponibilità di tempo di M. Fedrigotti, presidente.

Ora riprende le sue attività, per realizzare numerosi progetti significativi, in linea ancora con le sue caratteristiche ed idealità originarie.

A tutti i vecchi e nuovi soci, buona fortuna!

MF

Kairòs, felice tempo del creare,

che manifesta una divina Luce

ch’è in grado di condurre ed ispirare,

si evolve ancor, rinasce e ci conduce!

Mantiene intatti i suoi profondi amori,

e d’ora in poi nei nostri cuor  ricuce,

con la necessità d’esprimer, fuori

nei modi che un’istituzion prevede,

quel bel tessuto di veri valori

ch’è sua natura, (e in questo mai non cede),

di relazioni d’amicizia liete

che di gioia d’incontro sono sede!

La fame d’arte, d’acqua viva sete,

rimane salda nelle nostre vite,

a rinnovar e individuar le mete

delle discese e delle risalite

che son il nostro andare quotidiano…

Sia allora che le storie perseguite,

gli eventi di un passato così umano,

i suoni, i segni, i musicali sensi,

ci sian vicini, e ispirino la mano

nell’opere future, a cui propensi

noi siamo in rinnovati slanci,

con sentimenti vari, ricchi e intensi!

E’ tempo di progetti! Pei bilanci,

noi possiamo esser credo soddisfatti,

per ciò ch’è fatto… Che il futur rilanci!

25 marzo teatro del PIME

e

21 marzo Milano Palazzina Liberty

Festival Meetings 2018

L’albero della vita

Concerto dell’ Orchestra giovanile

della città metropolitana di Milano

“L’albero della vita”

A un anno esatto dalla prima uscita dell’Orchestra giovanile delle SMIM, nata all’interno del Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso, l’orchestra realizza un secondo concerto con il nuovo nome di L’albero della vita, all’interno dell’omonimo Festival Meetings 2018.

La serata è bella, e l’orchestra conferma le sue grandi potenzialità ed il valore di proposta didattica ai ragazzi. Grazie a tutti dell’impegno e del lavoro, soprattutto ai ragazzi ed ai docenti delle scuole!

PHOTOGALLERY

18 marzo Genova

Palazzo ducale

G.O.G.

Francis Poulenc Sonata per 2 pianoforti

A. Commellato e M. Fedrigotti suonano alle ore 11.00 del 18 marzo a Genova, per la GOG, a palazzo ducale, eseguendo nel secondo programma di un progetto intitolato Le grandi sonate del ‘900 la sonata per 2 pianoforti di Poulenc, lavoro importante e che sottolinea ed esprime particolarmente l’aspetto profondo e drammatico dell’arte del raffinato e non allineato compositore francese.

6 marzo Milano Palazzina Liberty

Festival Meetings 2018

 L’albero della vita

Festival Meetings 2018 L’Albero della Vita presentazione marzo 2018

Ha inizio in Palazzina Liberty la quarta edizione del Festival Meetings, “L’albero della vita”, serie di concerti di orchestre e cori giovanili, organizzato dalle SMIM della Città metropolitana di Milano e da Milano Classica con la direzione artistica di Gigliola Onorato e Michele Fedrigotti.

Il primo concerto vede protagoniste la scuola Rinascita – Livi e l’Istituto dei ciechi di Milano

Festival Meetings L’Albero della vita – Programma 6 marzo 2018 OK

4 febbraio Milano Palazzina Liberty

Una relazione feconda

M. Fedrigotti è impegnato, nella stagione da camera di Milano Classica, in un concerto con il contrabbassista Federico Bagnasco.
Il programma è dedicato a musiche di autori che manifestano appunto una felice relazione, caratterizzata dal manifestarsi e svilupparsi di notevoli energie creative, nella ricerca musicale del ‘900, tra Germania e Italia.
La sperimentazione e creazione di nuovi ambiti dal punto di vista armonico e dell’uso delle forme, vista sia nel rapporto tra Hindemith e Chailly che nell’importanza del portato dodecafonico, in Henze e nella sua assunzione italianain Dallapiccola e nello stesso Chailly, è oggi un ritrovare una parte importante della nostra memoria storica musicale attraverso il lavoro di alcuni dei protagonisti del ‘900.

Una relazione feconda

Ricerca e tradizione del‘900 tra Germania e Italia

P. Hindemith Sonata

H. W. Henze Serenade percontrabbasso solo

L. Dallapiccola Quadernomusicale di Annalibera per pianoforte solo

L. Chailly Strutture

Federico Bagnasco, contrabbasso

Michele Fedrigotti, pianoforte

Luciano Chailly e Paul Hindemith in un corso di composizione di Hindemith
Luciano Chailly

Luigi Dallapiccola

Dallapiccola con la figlia Annalibera

Hans Werner Henze

30 gennaio Ginevra

Théâtre des Marionnettes de Genève

Piccolo Asmodeo del Teatro Gioco Vita festeggia la sua duecentesima replica.

Scrive il protogonista Tiziano Ferrari su facebook:

Questa mattina a Ginevra ci sarà la replica numero 200 di PICCOLO ASMODEO… un bellissimo traguardo per uno spettacolo che ha dato e sta tuttora dando bellissime soddisfazioni: un premio Eolo come migliore spettacolo del 2013, commenti meravigliosi ad ogni replica, tappe in ogni parte d’Italia e non solo, reazioni divertite e profonde allo stesso tempo da pubblico di ogni età.
.
.
Con questo traguardo raggiunto dal diavoletto mentre la sua corsa è ancora pimpante – a settembre infatti lo aspettano a Lisbona! – mi viene da ringraziare chi ha permesso tutta questa bellezza, a partire dal fido Davide Rigodanza, che in questi 5 anni di tournée l’anima l’ha davvero donata a questo spettacolo per poi consegnarla nella mani del nuovo scudiero Alberto Marvisi; passando poi alla non meno importante delicata poetica di Fabrizio Montecchi, motore di tutto questo delirio, e di Nicoletta Garioni, con al fianco la fida Federica Ferrari, la cui arte è davvero sublime e ci accompagna ad ogni replica. Ogni giorno poi i teatri risuonano delle potenti note di Michele Fedrigotti, lasciando ad ogni singolo spettatore echi nella memoria nei giorni a seguire. Grazie all’inventiva di Ulf Stark. Grazie alla pazienza di Helena Tirén, che cesella ogni stagione, e a tutto Teatro Gioco Vita srl, che crede ancora fortemente nella potenza del teatro.
.
.
Avanti tutta, al grido di ASMODEEOOOOOO!!!
.
.
#piccoloasmodeo #teatrogiocovita #200repliche#théâtredesmarionettesdegenève#40anniditeatrodombre #ulfstark#lepetitasmodée

L'immagine può contenere: spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 1 persona
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

2018

20 novembre Milano

Il cielo sotto Milano

Salta, Farid!

Si riprende, al Cielo sotto Milano, sede della Dual Band, in occasione della Giornata mondiale dei diritti del fanciullo, lo spettacolo Salta, Farid! , già rappresentato al Castello Sforzesco il 12 giugno.

Photogallery

Anche, Buon compleanno Anna Zapparoli ideatrice e regista!

19 novembre Milano Università Cattolica

L’albero della vita

Si tiene in Cattolica a Milano un incontro con i docenti di musica delle SMIM e tutti gli interessati, all’interno dei lavori del Festival Meetings 2018 “L’albero della vita”, sui temi dello sviluppo di una didattica della creatività, in relazione alle iniziative dell’ILO (International Labour Organization, ONU) MACLI, Music against child labour, e SCREAM, Supporting Child’s Rights through Education, the Arts and the Media, ed agli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.


Il seminario, come già successo per le passate edizioni del Festival Meetings (Bach to the future e Terzo Paradiso) con gli interventi di Maria Gabriella Lay (ILO) e Michelangelo Pistoletto, nasce come occasione d’incontro con i docenti delle SMIM sui contenuti ideali e le proposte didattiche del prossimo festival L’albero della vita, a lancio dei lavori che si svolgeranno nelle scuole lungo l’anno scolastico.
L’importanza delle tematiche, che coinvolgono il ruolo culturale e sociale che la città di Milano è chiamata ad esprimere nei prossimi anni, dopo EXPO e la formalizzazione della Carta di Milano, in relazione agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, trova una significativa collocazione all’interno delle attività dell’Università Cattolica.
La collaborazione che si realizza tra varie istituzioni, che vede protagonisti docenti e studenti di diversi livelli del mondo scolastico ed accademico, coinvolti nella trasversalità delle discipline in un’unità di obiettivi, perseguiti nel segno della creazione di un futuro sostenibile, assume per tutte le forze coinvolte un valore particolare.
Gli organizzatori, SMIM della città metropolitana di Milano e Milano Classica, ringraziano sentitamente tutti i relatori coinvolti.

Festival Meetings 2018 L’Albero della Vita seminario

19 ottobre Milano Casa Verdi

Recital Chopin

M. Fedrigotti è ospite per un récital chopiniano presso la Casa Verdi di Milano, alle ore 16

In programma, di F. Chopin, Polonaise in Do # m op 26 n°1, Notturni  in Do # m e Re b M op. 27 n°1 e 2, Scherzo in Do # m op 39, Polonaise in La b M op 53 “Eroica”, Polonaise Fantaisie in La b M op. 61

Bis Andante spianato ed alcuni brani a 4 mani suonati con la mamma, ospite della Casa Verdi, Silvana Chailly Fedrigotti!

15 ottobre Milano Palazzina Liberty

XXVI Stagione di Milano Classica inaugurazione

Inizia la XXVIa stagione concertistica dell’orchestra di Milano Classica, la quarta ideata da Fedrigotti, “MILANO FANTASTICA”.

3 ottobre Milano Palazzina Liberty

Conferenza stampa di

Palazzina Liberty in Musica

Il comunicato stampa del Comune di Milano

Michele fedrigotti partecipa alla conferenza stampa di Palazzina Liberty in Musica 2017/18 presentando la stagione di Milano Classica, in residenza artistica, ed i suoi 69 eventi.

Libretto PLIM_2017_18.pdf

9  settembre Morbegno

Alpi sonanti Tango Festival

Un viaje a la Santa Maria del Buen Ayre

Per l’edizione 2017 del Tango Festival di Morbegno M. Fedrigotti è coinvolto presso l’auditorium S. Antonio nel progetto Bossoconcept in una serata in quartetto organizzata dall’Associazione Culturale Serate Musicali  

BossoConcept
Maria Filali y Gianpiero Galdi
Lorena Tarantino y Giovanni Cocomero

• Ivana Zecca clarinetto

• Jorge A. Bosso violoncello

• Paolo Badiini contrabbasso

• Michele Fedrigotti pianoforte

• Maria Filali y Gianpiero Galdi, Lorena Tarantino y Giovanni Cocomero ballerini

3 settembre Rima San Giuseppe (Valsesia)

MusicaAltura

Musica in famiglia

Nella chiesa di Rima San Giuseppe, domenica 3 settembre alle ore 16, Leonardo e Michele Fedrigotti insieme in concerto dedicato a opere di J.S. Bach, A. Vivaldi e L. Boccherini.

J.S. Bach Suite n° 4 in Si b M per violoncello solo Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Bourée I e II, Giga

4 Preludi e fuga dal I° vol del Wohltemperierte Klavier (Do M, Do m, Re M, Si b M)

A. Vivaldi  Sonata IV in Si b M RV45

L. Boccherini  Sonata in Sol M G 15

Leonardo Fedrigotti, violoncello

Michele Fedrigotti, organo

 

PHOTOGALLERY

20 agosto Albenga 21 agosto Arma di Taggia

Tango tres

Il trio S. Scappini, fisarmonica, G. Sardo, violino, e M. Fedrigotti, pianoforte, continua il suo percorso nel tango in due serate estive.

PHOTOGALLERY

Video Arma di Taggia

29 luglio Milano Castello sforzesco

Italiani… all’opera!

Fedrigotti torna a dirigere la Civica orchestra di fiati al Castello Sforzesco, all’interno del palinsesto dell’Estate sforzesca, con un repertorio dedicato ad operisti italiani.

Il programma:

G. Rossini            La gazza ladra   Ouverture

(1792 – 1868)

V. Bellini               Norma   Ouverture

(1801 – 1835)

G. Donizetti           Don Pasquale  Ouverture

(1897 – 1848)

G. Verdi                 Traviata  Preludio atto I°

(1813 – 1901)         Nabucco  Va’ pensiero

Aida       Finale atto II°

PHOTOGALLERY

locandina 29 luglio

16 luglio Lago Maggiore, Isola Bella

Festival di Stresa

Tango tres

Non solo tango

In una nuova formazione di trio, Tango tres, con Sergio Scappini alla fisarmonica e Giovanni Sardo al violino, M. Fedrigotti è al pianoforte in un programma tripartito con repertorio dedicato a tanghi storici di Gradel e dell’inizio del tango, di A. Piazzolla e particolarmente famosi.

Il concerto, all’Isola Bella sul lago Maggiore, viene diffuso su tutta l’isola nella magia di una serata d’estate.

DETTAGLI EVENTO

Domenica 16 luglio dalle 19.30 alle 23.00 Stresa Festival ha creato sull’Isola Bella un evento off che anticipa i concerti della 56ª edizione (18 luglio – 8 settembre).

Uno spettacolo di luci, musica e danza anima la notte dell’Isola Bella: un percorso luminoso fatto di sfere colorate ideate da La Notte delle Luci, musica dal vivo con “Tango Tres” composto da Michele Fedrigotti al piano, Giovanni Sardo al violino e Sergio Scappini alla fisarmonica, e i danzatori della compagnia Sanpapié.

Un’occasione informale e suggestiva, una festa a cielo aperto per apprezzare l’Isola Bella in una veste completamente nuova!

Il programma:

A. Piazzolla            Milonga del angel

C. Gardel               Por una cabeza

P. Contursi             Bandoneon arrabalero

J. de Dios Filiberto Caminito

A. G. V. Arroyo      El choclo

J. Bauer                 No te quiero mas

J. Sanders             Adios Muchachos

E. Donato               A media luz

A. Piazzolla           La muerte del angel

A. Piazzolla           Soledad

V. Greco               Rodriguez pena

J. Rezzano           Duelo criollo

J. M. Rodriguez    La cumparsita

S. Scappini           Tanti tanghi

A. Piazzolla          Oblivion

A. Piazzolla           Libertango

VIDEO

25 giugno Pozzo d’Adda

Concerto in ricordo di Arturo Solci

Su iniziativa di Miranda Mambelli si tiene nella chiesa parrocchiale di Pozzo d’Adda un concerto pianistico dedicato al ricordo di Arturo Solci,  con musiche di F. Chopin, suonate da Fedrigotti sul suo pianoforte storico Broadwood del 1849.

Il programma:

F. Chopin  Polonaise in Do # m op 26 n°1, Notturni  in Do # m e Re b M op. 27 n°1 e 2, Scherzo in Do # m op 39, Polonaise in La b M op 53 “Eroica”, Polonaise Fantaisie in La b M op. 61

I bis:

F. Chopin Valzer in Do# m op. 64 n°2, Improvviso Fantasia in Do # m op. 66, Notturno in Si b m op. 9 n°1, Andante spianato in Sol M op. 22

22 giugno Novara Conservatorio

Esercitazione di classe

In vista di qualche esame ed a coclusione dell’anno accademico 2016/17, nel pomeriggio alle 16.30 nell’Auditorium del Conservatorio “G. Cantelli” di Novara, alcuni allievi della classe di pianoforte di M. Fedrigotti danno vita ad un’esercitazione di classe.

In programma

C. Cramer studio in Do M dai 60 studi n° 1, C. Czerny studio in Do M op. 740 n°1, J.S. Bach Sinfonia n° 15 in Si m; Marco Nicolò

S. Heller studio in Re M op. 47 n° 6, J.S. Bach Invenzioni a due voci in Re m e Fa M N° 4 e 8, F. Chopin Valzer in La m; Simone Palamaro

W. A. Mozart Adagio dalla Sonata kv 282 in Mi b M, G. Allevi Aria; Andrea Torti

F. Liszt  Consolation n° 3 in Re b M; Viviana Giglio

M. Ravel Sonatine, F. Chopin Ballata in Sol m op. 23; Veronica Pavan

J.S. Bach Preludi e fughe in Sib M e Re m dal I° vol del Wohltemperierte klavier, F. Chopin Notturni op. 27 n° 1 e 2 in Do # m e Re B M, L. van Beethoven Sonata op. 32 n°1 2 in Re m “La tempesta”; Cecilia Crippa

17 giugno Bergamo

Donizetti Night

Biblioteca Caversazzi

Nuit d’été

Gabriella Locatelli Serio soprano
Patrizia Zanardi soprano
Davide Gandino
flauto
Michele Fedrigotti pianoforte

Per la giornata di celebrazioni donizettiane, alle 22.00, si tiene un concerto basato su una scelta di arie d’opera, inframmezzate dalla Sonata per flauto, e di duetti da Nuit d’été à Posillipe:

G. Donizetti da Anna Bolena Al dolce guidami castel natio

da Fausta Tu che voli già spirto beato

Sonata per flauto e pianoforte

da RitaE’ lindo e civettin questo caro alberguccio

da Don PasqualeQuel guardo il cavaliere

da Nuits d’été à PosillipeL’alito di Bice

Il giuramento

Il programma generale

12 giugno Festival Meetings 2017

Terzo Paradiso

Palazzina Liberty ore 17.00

Quanto pesa una lacrima?

A conclusione del Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso, organizzato in collaborazione dalla rete delle SMIM di Milano e provincia e dalla referente provinciale G. Onorato e da Milano Classica, si celebra il 12 giugno la Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile, in relazione all’iniziativa dell’ILO (ONU) Music against child labour, quest’anno centrata sul tema della condizione dell’infanzia in situazioni di guerra e di disastri, “Proteggi i bambini dal lavoro minorile in situazioni di conflitti e disastri“.

In Palazzina Liberty nel pomeriggio si realizza un concerto spettacolo con la partecipazione di ragazzi di varie scuole di Milano e provincia, in cui M.Fedrigotti, oltre ad essere organizzatore, accompagna al pianoforte Silvia Borghese nell’Adagio e Allegro di Pugnani Kreisler e nella Malaguena di Pablo de Sarasate.

Musica a cura dei ragazzi delle scuole, proiezione di video sul lavoro minorile e di testimonianze per MACLI di musicisti ed operatori di cultura raccolte da ….Forte, Fortissimo!!!, lo spettacolo della suola Rinascita – livi Quanto pesa una lacrima, sono uniti alla presentazione dello spettacolo della Dual Band Salta, Farid, che viene poi realizzato la sera al Castello Sforzesco.

Castello sforzesco ore 21.00

Salta, Farid!

Lo spettacolo della Dual Band viene realizzato per l’Estate sforzesca con la partecipazione anche di ragazzi di varie SMIM milanesi e dei Milano Strings Academy riuniti in un’orchestra nata per l’occasione.

Le prove nella sede della Dual Band ad Artepassante sono un momento di incontro particolare tra musica e teatro

M. Fedrigotti è coinvolto, oltre che per la relazione dello spettacolo con il Festival Meetings e Milano Classica, come direttore dell’orchestra dei ragazzi.

PHOTOGALLERY

21 maggio Milano Pianocity

Teatro dell’arte – Triennale

Incontro con Chopin ed il pianino Pleyel

Fedrigotti partecipa a Pianocity 2017, presso il Teatro dell’arte, il mattino di domenica 21, alle ore 10.00,  con una “Lesson”, nuova formula di Piano city, dedicata a Chopin ed al suo pianino Pleyel, suonando uno strumento del 1845 appartenente ad Alessandro Commellato.

Incontro con Chopin ed il pianino Pleyel

Il pianino Pleyel, strumento da casa, da viaggio (lungamente atteso per la permanenza invernale a Majorca nel 1838, arrivo’ tardi, quasi al termine del soggiorno), da lavoro, era il luogo dal quale Chopin insegnava ai suoi allievi, impegnati su un pianoforte a coda.
Oggi lo incontriamo, in un esemplare del 1845, con la magia e la semplicità del suo suono, in un incontro con Chopin e la drammaturgia della sua scrittura.

Se non ho una completa padronanza dei miei mezzi, se le dita sono meno flessibili, meno agili, se non trovo la forza di plasmare la tastiera secondo la mia volontà, di condurre e modificare il movimento dei tasti e dei martelletti come intendo io, allora preferisco un pianoforte Erard; il suono si produce da sé nella sua limpida brillantezza; ma se mi sento vigoroso, disposto a muovere le dita senza fatica, senza nervosismo, preferisco i pianoforti di Pleyel.
La trasmissione del mio pensiero, del mio sentimento è più diretta, più personale. Percepisco le mie dita in comunicazione più diretta con i martelletti, che traducono con esattezza e fedeltà la sensazione che desidero produrre, l’effetto che voglio ottenere
“.
(Fryderyk Chopin)

Sulle “Lesson”, la comunicazione di Pianocity recita:

Piano City 2017, il programma completo
L’inaugurazione toccherà al genio Chilly Gonzales, pianista e produttore canadese capace di muoversi tra musica classica, rap ed elettronica. Si esibirà venerdì sera sul main stage della GAM Galleria d’Arte Moderna – Villa Reale (alle 21) con un concerto di brani tratti dall’album Piano Solo II e presentati in PianoVision: una proiezione video in tempo reale con riprese che inquadrano solo le sue mani e i tasti del pianoforte.

Per chi vuole andare alla scoperta del mondo che si cela dietro le note, l’edizione 2017 offre le Piano Lesson. Al Teatro dell’Arte, in collaborazione con Corriere della Sera, sei incontri aperti a tutti per conoscere le storie, le tecniche, i trucchi del mestiere. Il primo appuntamento sabato 20 alle 11 sarà proprio con Chilly Gonzales. Sabato 20 alle 15 Michael Nyman tiene la Piano Lesson Lezioni di Piano, dal titolo del celebre film di Jane Campion di cui ha composto le musiche, svelando per la prima volta al pubblico i segreti di una colonna sonora di grande successo. Sabato 20 alle 16.30 Marco Fumo accompagna il pubblico di Piano City Milano alle origini del jazz a cento anni dalla morte di Scott Joplin. Domenica 21 alle 10, un pianino Pleyel, strumento da casa, da viaggio e da lavoro come quello con cui Chopin faceva lezione, è protagonista della Piano Lesson di Michele Fedrigotti dedicata al maestro del romanticismo. Alle 14 il pianista Emanuele Arciuli in “Musica americana: minimalismo e oltre” racconta la rivoluzione scatenata in musica da John Cage e la nascita del minimalismo, descrivendone l’influenza sulle musiche di oggi. Infine domenica 21 alle 16 Michele Campanella mostrerà come affrontare i Quadri di un’esposizione di Modest Mussorgsky, uno dei monumenti della letteratura pianistica.

14 maggio Palazzina Liberty

Stagione Milano Classica New memories

Nell’ultimo concerto della XXVa stagione di Milano Classica Fedrigotti esegue al pianoforte, con l’orchestra Milano Classica, una scelta di brani dal progetto Around the lake of the shining Princess, nato negli anni ’80 con un nucleo iniziale di pezzi che sono riorchestrati e rivisitati per l’occasione:

Sunset’s waves, Midnight sun, Back in Itaca e Awakened Princess


photogallery

8 aprile Palazzina Liberty

Concerto Orchestra giovanile provinciale

corso Apprendista stregone

Si replica in Palazzina Liberty il concerto inaugurale della nuova orchestra giovanile nata dal lavoro delle SMIM di Milano e provincia in relazione al terzo Festival Meetings Terzo Paradiso organizzato da Milano Classica in relazione con le SMIM, già realizzato il 21 marzo, con una rotazione dei direttori.

Come per tutti gli eventi dei Festival Meetings, l’evento è dedicato all’iniziativa dell’ILO (ONU) Music against child labour.

Fedrigotti è coinvolto come organuizzatore, come docente del corso di dirfezione L’apprendista stregone e come compositore del brano HarabaraBachabracadabra.

4 aprile Milano Cortile dell’Università Statale

Milano classica in…. Beethoven!

In occasione dell’apertura del Salone del mobile Punk for business in collaborazione con Pirates of production organizzano nel cortile dell’università Statale un evento per Sephora per l’inaugurazione di un’installazione, con la presenza di Kat von D, testimonial, che rimane sul luogo tutto il periodo previsto per il Salone.

Milano Classica viene coinvolta per un concerto. Il repertorio unisce diverse preferenze dell’artista messicana coinvolta nel taglio del nastro inaugurale, da un lato Beethoven, con i primi movimenti dell’ottava, terza e sesta sinfonia, dall’altro I love rock ‘n roll di Joan Jett e You and me dei Disclosure, con un’arrangiamento nuovo per l’orchestra, che si sovrappone alle due canzoni, scritto per l’occasione da M. Fedrigotti, che è coinvolto anche per la direzione dell’orchestra.

Un bell’affiatamento, un clima di amicizia ed un notevole livello di professionalità caratterizzano le esecuzioni e la presenza nell’evento di Milano Classica.

PHOTOGALLERY

26 marzo Palazzina Liberty

Passione europea

In occasione dell’8° concerto della stagione di Milano Classica, dedicato a repertorio romantico, con solista e direttore il violoncellista Giovanni Scaglione, viene eseguita l’elegia di Faurè op.24, in una versione appositamente riorchestrata da Fedrigotti per soli archi.

24 marzo Milano Piccolo Teatro

All’interno del Festival Letteralmente M. Fedrigotti è previsto ospite per presentare, specialmente nei suoi aspetti legati ai diritti dei giovani, il Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso. Un impedimento purtroppo non permette all’ultimo momento la sua presenza.

21 marzo Palazzina Liberty

Festa di Primavera

All’interno della giornata inaugurale del Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso, serie di incontri di orchestre giovanili organizzata da Milano Classica e dalla rete delle SMIM  di Milano e provincia, iniza le sue attività la nuova Orchestra giovanile provinciale di Milano. La serata raccoglie e manifesta il lavoro di vari docenti, di cui una decina effettivi del corso di direzione L’apprendista stregone, ma molti altri coinvolti in una collaborazione davvero notevole, e di più di un centinaio di regazzi delle varie SMIM coinvolte. E’ davvero una Festa in occasione dell’inizio della Primavera, nel segno del Terzo Paradiso, simbolo di nuovo rinascimento, a stimolo ed augurio per una nuova realtà che ha enormi potenzialità da curare e coltivare nel migliore dei modi.

Un bel successo per tutti, una nascita importante!

17 marzo Palazzina Liberty

Corso L’apprendista stregone

In vista dei concerti previsto il 21 marzo ad apertura delle attività del nuovo Festival Meetings Terzo Paradiso si tiene un incontro / prova generale con l’orchestra dei ragazzi coinvolta, la nascente Orchestra giovanile provinciale di Milano

16 marzo istituto comprensivo via Corridoni, Milano

Corso L’apprendista stregone

Si tiene al mattino un incontro di approfondimento di gesto e conoscensza partiture, a preparazione dell’incontro con i ragazzi del giorno successivo

25/26 febbraio Milano Palazzina Liberty

Corso L’apprendista stregone

Si tiene in Palazzina Liberty a Milano il 4° incontro del corso di direzione d’orchestra di ragazzi per una decina di docenti partecipanti effettivi; un centinaio di ragazzi partecipano a dar vita al primo progetto di una nuova orchestra giovanile formata da studenti delle SMIM di Milano e provincia, in preparazione dell’apertura del nuovo Festival Meetings 2017 di Milano Classica e Reyte SMIM, intitolato al Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

19 febbraio Palazzina Liberty

Geliebten Sonaten

Recital violino e pianoforte

Enrico Casazza, Michele Fedrigotti

28 e 29 gennaio Palazzina Liberty

Corso Apprendista stregone

Si tiene in Palazzina Liberty a Milano il 3° incontro del corso di direzione d’orchestra di ragazzi per una decina di docenti partecipanti effettivi; un centinaio di ragazzi partecipano a dar vita al primo progetto di una nuova orchestra giovanile formata da studenti delle SMIM di Milano e provincia, in preparazione dell’apertura del nuovo Festival Meetings 2017 di Milano Classica e Reyte SMIM, intitolato al Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

10 gennaio Istituto via Corridoni

Corso Apprendista stregone

8 gennaio RSI

Radiotelevisione Svizzera italiana

Jukebox 900

Nel programma Jukebox 900 condotto dal compositore Pippo Molino viene trasmesso il brano di M. Fedrigotti Andante, nato per il film di Giuseppe Piccioni La vita che vorrei

Podcast

2017

13 -17 dicembre Ravenna e Russi

Ravenna Festival Teatro Alighieri

Shakespeare Lascia pur che il mondo giri

Si riprende, in una versione più compiuta, lo spettacolo realizzato il 23 aprile a Milano in Palazzina Liberty con testi di Shakespeare scelti tradotti da Lorenzo Arruga e le musiche originali dei King’s men, la compagnia di Shakespeare, orchestrate da Azio Corghi, qui con aggiunta di interpolazioni di Michele Fedrigotti. Ideazione e regia di Lorenzo Arruga.

Lo spettacolo arriva all’Alighieri martedì 13 dicembre

Martedì 6 dicembre alle 17.30 (Sala Corelli del Teatro Alighieri, ingresso libero) l’appuntamento di apertura di “Prima dell’opera” – il ciclo di incontri organizzato in collaborazione con la Società Dante Alighieri – sarà dedicato alla presentazione di “Lascia pur che il mondo giri”, relatore il noto critico musicale e musicologo Lorenzo Arruga, in questo caso anche nei panni di autore dello spettacolo. In oltre 40 anni di attività sui giornali nazionali, pubblicazioni, invenzioni con testi e musiche, spettacoli, cicli radiofonici e televisivi, la voce di Arruga si è sempre distinta per passione, ironia e capacità di coinvolgere il pubblico.

Doti che contribuiranno a rendere la dedica di “Lascia pur che il mondo giri” a Shakespeare, a 400 anni dalla morte, una sorprendente esperienza nel mondo sonoro delle canzoni e musiche di scena della compagnia The King’s Men, per la quale il Bardo scrisse e recitò. “Amiamo Shakespeare”, Arruga candidamente dichiara, “Niente da studiare, niente da spiegare. Ci prende lui, con le sue storie, i personaggi, le idee.”

L’appuntamento di “Prima dell’opera”, che precede l’arrivo in scena al Teatro Alighieri martedì 13 dicembre (ore 20.30), sarà un’occasione per riflettere su quel patrimonio di parole e musiche che lo spettacolo raduna, non in un’antologia ma in un’avventura che ha il ritmo di una ballata e si muove disinvolta di episodio in episodio, attraversando i grandi capolavori shakespeariani da MacbethRe Lear, da La bisbetica domataIl mercante di Venezia. Le canzoni sono state tradotte mantenendo la naturalezza dell’eloquio, con attenzione alla commistione di metrica e di prosa propria del linguaggio shakespeariano e con l’aggiunta o rivisitazione di alcuni brani, mentre le musiche saranno eseguite nella strumentazione, completata e riveduta, di Azio Corghi.

Info: 0544249244 – www.teatroalighieri.org

IMMAGINI Facebook Teatro Alighieri

PHOTOGALLERY

TRAILER

29 novembre Milano

Istituto omnicomprensivo via Corridoni

Corso Apprendista stregone

Nel pomeriggio di martedì 29 novembre inizia il Corso di direzione d’orchestra di ragazzi che Fedrigotti tiene per i docenti delle SMIM milanesi, con il primo incontro teorico/pratico. Il corso sarà  l’occasione di preparare il primo concerto della nuova Orchestra giovanile di Milano del 21 marzo 2017, giornata inaugurale del nuovo Festival Meetings Terzo Paradiso, organizzato in collaborazione dalla Rete SMIM di Milano e provincia e Milano Classica.

5 novembre Milano Palazzina Liberty

Incontro con Michelangelo Pistoletto

22 ottobre Milano Palazzina Liberty

Civica Orchestra di fiati

Make our garden grow

M. Fedrigotti torna a dirigere la Civica Orchestra di fiati di Milano con un programma dedicato all’America del ‘900. Musiche di G.Gershwin, C.Chaplin, L.Bernstein, J.Williams

15 ottobre Castiglione Olona Scuole medie

Concerto Ensemble Kairòs

Con un concerto dell’Ensemble Kairòs continuano le attività in collaborazione con l’istituto comprensivo Branda Castiglioni ed il suo preside Saverio Lomurno.

L’associazione è chiusa, ma lo spirito, l’intenzione creativa e di diffusione della musica ad ogni livello continua nel gruppo strumentale che ne conserva il nome, in questo caso rappresentato dal trio Lello Narcisi/ Leonardo Fedrigotti/ Michele Fedrigotti, in un concerto sul repertorio di sonate per flauto del barocco tedesco e italiano.

8 ottobre Milano

Istituto comprensivo di via Vivaio

Seminario di formazione per i docenti

In apertura delle attività del prossimo Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso si realizza presso le scuole di via Vivaio un primo incontro sul Terzo Paradiso, con la presenza della ambasciatrice per Milano Manuela Gandini, di lavoro sulla progettazione delle attività laboratoriali.

L’occasione è importante per il lancio di una nuova riflessione sulla didattica ed il valore etico della musica e della formazione musicale. presenti quasi una cinquantina di docenti, si asupica che l’incontro sia fecondo, nell’attesa di un incontro il prossimo 5 novembre con Michelangelo Pistoletto.

3 Ottobre Biella Cittàdell’arte

Incontro con Michelangelo Pistoletto

In vista delle attibità del Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso, e di un approfondimento della relazione tra l’ILO (International Labour Organization, ONU) e Michelangelo Pistoletto, grazie a Manuela Gandini, ambasciatrice del Terzo Paradiso, M. Fedrigotti e Maria Gabriella Lay (ILO) incontrano a Biella M. Pistoletto. Ciò vuol essere l’inizio di una serie di attività e promozione della musica come mezzo di trasformazione individuale e sociale, nello spirito di nuovo rinascimento del Terzo Paradiso.

2 ottobre Palazzina Liberty

Inaugurazione XXV Stagione Milano Classica

Inizia con la stagione da camera il nucleo di attività di Milano Classica per il 2016/17, XXVa Stagione, terza della direzione artistica di M. Fedrigotti.

10 settembre Milano Palazzina Liberty

Concerto Festival Meetings Corso orchestrale

Il palinsesto 2016/17 di Palazzina Liberty in Musica viene inaugurato, significativamente per l’importanza data da Milano Classica all’educazione musicale, dalla ripresa del Festival Meetings 2016 Bach to the future, con il concerto finale del corso d’orchestra organizzato dalla SMIM I.C. Quintino Di Vona e dai suoi responsabili Magdolna Szelendi e Stefano Montaldo con la partecipazione dell’Orchestra multietnica “Golfo mistico”.

Il concerto è anche l’occasione di iniziare il progetto di costituzione di una nuova Orchestra giovanile di Milano, in vista del concerto iniziale del prossimo Festival Meetings 2017 Terzo Paradiso il 21 marzo prossimo.

Fedrigotti partecipa, oltre che come organizzatore del Festival come Milano Classica in collaborazione con la rete milanese delle SMIM e G. Onorato, dirigendo i ragazzi in una versione per archi, pianoforte e percussione della Pink Panther di H. Mancini.

6 settembre Milano Conferenza stampa

Palazzina Liberty in Musica

Ha luogo il 6 settembre in Palazzina Liberty la conferenza stampa della stagione 2016/17 del progetto del Comune di Milano Palazzina Liberty in Musica, presenti al tavolo dei relatori l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, il Direttore Settore Spettacolo del Comune di Milano dott.ssa Marina Messina, il Direttore del Conservatorio G. Verdi M° Alessandro Melchiorre,  e i direttori artistici delle tre principali realtà in residence in Palazzina, Mirko Cristiano Guadagnini Fondatore e Direttore artistico del Festival Liederiadi, Fabio Bonizzoni, Fondatore e Direttore artistico La Risonanza, e M. Fedrigotti Direttore artistico di Milano Classica.

Milano Classica continua la sua significativa e ricca partecipazione al progetto, e Fedrigotti ne illustra un po’ la programmazione, fatta del nucleo orchestrale e da camera della stagione e, come negli anni scorsi, delle collaborazioni con importanti istituzioni sul territorio, quest’anno il Conservatorio G. Verdi, SIMC Novurgia, Divertimento Ensemble, Pianofriends, Clavicembalo verde, la Rete SMIM di Milano e provincia.

Suona anche, in un momento musicale, il primo Preludio e fuga dal I° vol del Wohltemperierte Klavier di J.S. Bach e il Notturno op. 27 n° 2 di F. Chopin, idealmente, come incontro tra natura e artificio e come duetto vocale, in relazione con la tematica, presente nella stagione soprattutto nel Festival Meetings e nella proposta ai ragazzi, del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

23 agosto San Quirico d’Orcia

Festival Paesaggi musicali toscani

Quartetto Nous con M. Fedrigotti

Chopin Concerto in Fa m

Quartetto Nous
Tiziano Baviera
e Alberto Franchin, violini
Sara Dambruoso, viola
Tommaso Tesini, violoncello

con Michele Fedrigotti, pianoforte

Franz Schubert (1797-1828) Quartettsatz in do minore D.703

Claude Debussy (1862-1918) Quartetto in sol minore op.10

Fryderyk Chopin (1810-1849) Concerto per pianoforte n.2 in fa minore op.21 (trascrizione per pianoforte e quartetto d’archi)

24 luglio Pratovecchio

Festival Naturalmente Pianoforte

Alice in concerto voce e piano

Nel teatro di Pratovecchio, per il festival Naturalmente pianoforte, Alice e M. Fedrigotti ritrovano il loro repertorio che unisce brani dai progetti Mélodie passagére e Art et décoration, in un recital voce e piano.

In programma brani di E. Satie, G. Faurè, M. Ravel, R. Hahn, I. Gurney, C. Ives, tradizionale irlandese. Al termine bis con Il contatto (Alice anche al pianoforte) e Per Elisa.

8 luglio Milano Castello sforzesco

Civica orchestra di fiati

Per l’Estate sforzesca Fedrigotti dirige un concerto della Civica Orchestra di Fiati del Comune di Milano.

22 giugno Milano Piscine Caimi

Teatro Franco Parenti

Tranceparenti

Per la riapertura della piscina adiacente al Teatro Franco Parenti l’orchestra Milano Classica, diretta da M. Fedrigotti,  è coinvolta in un concerto inaugurale la sera del 22 giugno. Musiche di Lorenzo Senni orchestrate da Francesco Fantini.

12 giugno Palazzina Liberty

Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Concerto speciale del Festival Meetings 2016

Bach to the future

A conclusione dei concerti primaverili del Festival meetings 2016, Milano Classica, in collaborazione con la rete delle SMIM di Milano e provincia, organizza un concerto speciale, con la partecipazione di numerose realtà didattiche dell’area milanese.

L’orchestra Milano Strings Academy diretta da M. Cagnetta, la Milano Klezmer Orchestra diretta da Alberto Serrapiglio, i ragazzi delle SMIM “A. Benedetti Michelangeli di Lacchiarella e della Scuola Rinascita-Livi impegnati in lavori di teatro musicale, e dell’I.C. Carlo Porta, molti giovani solisti del Conservatorio G. Verdi, violinisti e pianisti, il chitarrista Emanuele Addis, il coro Teen singers diretto da M. Sciuto, sono impegnati in una significativa testimonianza del valore della musica come formazione e come impegno di dignità personale e sociale, e come impegno civile nel contrasto al lavoro minorile.

La presenza di Maria Gabriella Lay, rappresentante dell’Organizzazione internazionale del Lavoro (ILO, ONU), e l’esposizione della tela “Monopoli: questo non è un gioco!“, contributo dei ragazzi del Liceo Marconi, del Liceo Azuni e del Conservatorio Luigi Canepa di Sassari  sottolineano il messaggio centrale della Giornata, dedicata quest’anno alla richiesta di eliminazione dalla filiera produttiva delle multinazionali e del mondo imprenditoriale dello sfruttamento minorile.

M. Fedrigotti è coinvolto anche come pianista nell’esecuzione dell’adagio dal concerto di J.S. Bach BWV 1054 e nell’accompagnamento dei due giovanissimi violinisti Silvia Borghese e Luca Kaufmann.

29 maggio Palazzina Liberty

Omaggio a Luciano Chailly

Come ultimo concerto della stagione da camera 2015/2016 di Milano Classica Fedrigotti tiene un récital dedicato a musiche dello zio Luciano Chailly, in sostituzione di un omaggio più completo previsto con la partecipazione di Anahi Carfi al violino, poi indisposta, e Eugenio Della Chiara alla chitarra. Il concerto prevede un particolare interesse alla natura della scrittura e del pensiero pianistico di Chailly, nel suo essere espressione di una drammaturgia interiore legata al suo teatro ed a legami con la scrittura di F. Chopin, come già Fedrigotti ha proposto altre volte negli anni scorsi.

17 maggio Castiglione olona

I.C. Branda Castiglioni

Le attività “Dall’arte del fare al fare Arte” organizzate dalla Scuola media di Castiglione e dal suo preside S. Lomurno, che negli anni passati hanno spesso coinvolto la collaborazione dell’Associazione musicale Kairòs, continuano in una Settimana della musica, alla quale Fedrigotti partecipa con un concerto al pianoforte insieme a Lello Narcisi, al flauto, e Satoko Tsujimoto, al clarinetto, per gli studenti della scuola. Eseguite musiche di Mozart, Beethoven, Chopin, Bizet, Shostakovic, e brani da film: Moon river di Henry Mancini, il tema di Lara dal Dottor zivago, un tema da Nuovo cinema paradiso di Ennio Morricone.

15 maggio Palazzina Liberty

Serva padrona

Nell’ultimo concerto della stagione orchestrale di Milano Classica 201572016, Fedrigotti dirige dal cembalo Serva padrona di Pergolesi, ripresa dello spettacolo già realizzato a San Quirico nell’agosto del 2015.

14 maggio Cremona Palazzo Cittanova

Concerto per la Siria

In un concerto organizzato dall’ONG Onlus Vento di terra, dedicato alla Siria e in gemellaggio con Damasco, con la partecipazione in apertura anche del violinista siriano profugo Alaa Arshid e del M° Alberto Serrapiglio, M.F accompagna al pianoforte Moni Ovadia, in tre canzoni dedicate all’infanzia, di cui ha curato l’arrangiamento pianistico e orchestrale.  L’orchestra coinvolta, protagonista giovanile della serata, è la Milano Strings Academy, preparata da Michelangelo Cagnetta e da lui diretta nel repertorio classico e da film che completa la serata.

I brani: Shlof’ mayn Kind, Dona Dona (già presenti nel concerto della stagione di Milano Classica del 25 gennaio 2015, con la collaborazione della stessa Milano Strings Academy) e Papirossen.

12 maggio Milano Tempio civico

Concerto Milano Classica

In un concerto organizzato dal dott. Marra in ricordo del fratello, M. F. è al cembalo nella realizzazione del continuo per le Stagioni di Vivaldi, con solista Enrico Casazza e l’orchestra da camera di Milano Classica, e per accompagnare Bist Du bei Mir di J.S. Bach, Lascia ch’io pianga di Haendel, Casta diva di bellini e l’Ave Maria di Gounod; è altresì all’organo nel Pie Jesu dal Requiem di Fauré

3 maggio Palazzina Liberty Milano

Festival Meetings 2016

Bach to the future

HarabaraBachabracadabra!

Nel 3° concerto del festival Meetings 2016, un nutrito gruppo strumentale della SMIM Manara Morosini, guidato da Sabrina Allera, esegue HarabaraBachabdracadabra, un brano giocoso e festoso di Fedrigotti che unisce frammenti del corale di Bach Nun lieget alles unter dir a elementi originali.

23 aprile Palazzina Liberty Milano

Shakespeare!

Lascia pur che il mondo giri

Va in scena, in prima esecuzione assoluta nella sua forma teatrale, nel quattrocentenario della morte e compleanno di Shakespeare, Lascia pur che il mondo giri, lavoro che unisce letture di testi da sue opere, scelti e tradotti da Lorenzo Arruga, all’esecuzione di musiche originali della sua compagnia, orchestrate da Azio Corghi e in una piccola parte da M. F.

Immagini dalle prove

7 marzo Milano Unione femminile

Concerto a 4 mani M.Fedrigotti-C. Gevi

In programma

E. Grieg Suite da Peer Gynt, A. Dvorak Danze slave e J. Brahms danze ungheresi

1 febbraio Milano Palazzina Liberty

Conferenza stampa

Palazzina Liberty in Musica

Il 1 febbraio ale ore 12 ha luogo in Palazzina Liberty la conferenza stampa relativa al progetto Palazzina Liberty in Musica, in cui l’assessore alla cultura Filippo Del Corno illustra il suo progetto; presenti con lui la dott.ssa Messina, direttore del Settore Spettacolo del Comune di Milano, la presidente del consiglio di zona 4 Loredana Bigatti, e i direttori artistici dei partner principali: per Milano Classica M. Fedrigotti, per Liederiadi Mirko Guadagnini, e per La Risonanza Fabio Bonizzoni, che illustrano le loro stagioni ed il loro ruolo all’interno del progetto.

Il testo comunicato dal Comune sull’incontro:

CULTURA. PRESENTATO OGGI DALL’ASSESSORE DEL CORNO IL PROGRAMMA 2016 DI PALAZZINA LIBERTY IN MUSICA

Milano, 1° febbraio 2016 – L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, questa mattina, nella Palazzina Liberty in Largo Marinai d’Italia, ha presentato il progetto “Palazzina Liberty in Musica”, promosso da Comune di Milano | Cultura, in collaborazione con i partner in residenza Milano Classica, Festival Liederìadi e La Risonanza e con la speciale partecipazione della Fondazione Mucha di Praga.
“Prosegue con la Palazzina Liberty il percorso iniziato da questa amministrazione per dare un’identità specifica forte ai luoghi della cultura milanesi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Dopo Palazzo della Ragione, sede storica e prestigiosa dedicata permanentemente  all’arte della fotografia; dopo la Galleria d’Arte Moderna che si è come il polo destinato prevalentemente ai linguaggi della scultura, dopo Palazzo Dugnani individuato come l’affascinante spazio in cui ospitare tutte le mostre di carattere scientifico; da oggi anche la Palazzina Liberty acquista un’identità artistica e culturale ben definita divenendo il luogo consacrato alla musica: un nuovo auditorium in città dove ascoltare musica, da quella barocca alla contemporanea, con un programma di qualità per repertori, interpreti, orchestre”.

Da settembre 2015 a luglio 2016 sono infatti in cartellone 92 concerti e 34 matinées per le scuole con il coinvolgimento di 71 soggetti musicali, fra cui i Conservatori di Milano, Como, Torino, Novara e la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado”.

Per l’occasione “Palazzina Liberty in Musica” si propone al pubblico con una campagna promozionale realizzata dal Settore Spettacolo del Comune di Milano in collaborazione con Milano Classica. Immagine testimonial è l’opera di Alphonse Mucha, Zdeňka Černŷ, the greatest Bohemian violoncellist per gentile concessione della Fondazione Mucha di Praga © Mucha Trust 2016. Il ritratto della violoncellista – ideale tributo alla vocazione e allo stile art nouveau della Palazzina – impreziosisce il logo, ideato dalla Direzione Specialistica Comunicazione del Comune di Milano e autorizzato dalla Fondazione Mucha di Praga che ha preso parte attiva al lancio del progetto. Lo completa la realizzazione del sito web dedicato, www.palazzinalibertyinmusica.it, con pubblicazione degli eventi in cartellone, materiali stampa e documentazione tecnica ad uso del pubblico.

Gioiello di art nouveau progettato dall’architetto Migliorini nel 1908 all’interno dell’antico Verziere di Corso XXII marzo, in origine centro di contrattazione per i mercanti, poi laboratorio teatrale di Dario Fo e Franca Rame e, dai primi anni ’90, sede della Civica Orchestra di Fiati di Milano e dell’Orchestra da Camera Milano Classica, la Palazzina Liberty ha accolto per oltre un secolo quella pluralità di voci del costume, della cultura e dell’arte che da sempre il Comune di Milano promuove in dialogo con la cittadinanza e i suoi interpreti. Raffinata e raccolta, la “perla bianca” nel parco di Largo Marinai d’Italia ancora ospita spettacoli teatrali, recital di poesia, dibattiti e sfilate di moda, ma è la produzione concertistica che da tempo ormai la connota e che oggi ci porta a identificarla come nuovo centro per la musica, dai generi dell’antico-barocco alle frontiere della nuova musica, con incursioni nel rock e nel jazz per un pubblico di ogni fascia d’età e interesse.

Lo dimostrano anzitutto le stagioni in residenza per l’anno 2015/16, eccellenze nel repertorio strumentale e vocale dal XVII al XIX secolo e oggi partner del Comune di Milano. In primis Milano Classica, la formazione erede dell’Angelicum, giunta alla sua XXIV edizione e diretta da Michele Fedrigotti. Porta la sua firma la folta programmazione che costituisce il corpus centrale del cartellone di “Palazzina Liberty in Musica”, anche grazie alla presenza di ospitalità quali Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Milano, SIMC Società Italiana di Musica Contemporanea – Novurgìa, Le Cameriste Ambrosiane, Il Clavicembalo Verde, la casa discografica Stradivarius, Pianofriends, Acitko Associazione culturale Italia Corea.

In residenza per il primo anno è il Festival Liederìadi, unica stagione concertistica italiana dedicata alla musica vocale da camera internazionale. Fondato nel 2006 dal tenore e direttore Mirko Guadagnini, il festival festeggia quest’anno il traguardo del decennale; prossime date in programma: 7 febbraio, 13 marzo, 10 aprile, 22 maggio, 20 giugno, 18 e 25 settembre 2016.

La prima stagione stabile di musica barocca su strumenti d’epoca in Palazzina Liberty è proposta da La Risonanza, fondata nel 1996 da Fabio Bonizzoni, direttore e presidente dell’Associazione Hendel, al suo esordio in Liberty con il ciclo “Vent’anni fra le note”, omaggio al 20° anniversario dell’ensemble. Dopo il concerto inaugurale del 21 gennaio scorso, i prossimi si terranno nelle date 18 febbraio, 10 marzo, 13 aprile, 26 maggio e 8 giugno 2016.

Si segnala inoltre la XXXIV edizione del festival in memoria di Rocco Peruggini Gli incontri con la Chitarra, promosso dall’Associazione Ateneo della Chitarra (date: 27 febbraio, 5 marzo e 28 maggio 2016); il concerto “Dal mito alla vita” del 6 marzo 2016, commissionato dalla Presidenza del Consiglio di Zona 4 – Milano al Coro Cantosospeso, fondato nel 1987 da Martinho Lutero e ispirato ai principi musicali, estetici e filosofici del suo maestro Luigi Nono; il concerto del 13 giugno 2016 a cura di Divertimento Ensemble, il complesso diretto da Sandro Gorli, dedito al repertorio cameristico, fra i più rappresentativi della nuova musica.

Speciale attenzione è riservata alle scuole con i progetti didattici di Milano Classica e gli appuntamenti del Festival Meetings, protagoniste le SMIM della Regione Lombardia. Novità nel cartellone 2015/16 della Liberty per ragazzi è “Il teatro della musica”, rassegna di spettacoli didattici proposti da La Sala dei Tanti di Marcella Bassanesi in collaborazione con la Civica Orchestra di Fiati. Dopo il successo di “Favole al sassofono” dello scorso dicembre, lo spettacolo in programma per le scuole nelle date 11, 15, 16 e 17 marzo 2016 sarà il canovaccio della Commedia dell’Arte “Le note di Arlecchino”.

24 gennaio Milano Palazzina Liberty

Mozart kv 413, 414, 415

Nel 5° concerto della stagione orchestrale di Milano Classica M. Fedrigotti è solista nell’esecuzione dei tre concerti per pianoforte e orchestra di W. A. Mozart kv 413, 414 e 415.

Concertatore al violoncello Marcello Scandelli.

Palazzina Liberty, ore 10.45

17 gennaio Malnate

Si conclude con il terzo incontro la serie di incontri di Bach to the future, proposta di concerti per il Comune di Malnate, con un programma dialogato sull’influenza di Bach su compositori successivi. Musiche di Chopin, Mendelssohn, Schumann

Lello Narcisi, flauto, M. Fedrigotti, pianoforte

2016

Domenica 22 novembre Domenica 13 dicembre

Malnate

Bach to the future!

Inizia una serie di concerti, organizzati a Malnate nella sala consiliare del Comune dall’Associazione Kairòs e da La nota chiave, dedicati a Bach ed alla sua influenza nella cultura musicale europea, a lancio di una nuova presenza musicale per i giovani e gli appassionati.

Nel primo concerto, Lello Narcisi al flauto e Michele Fedrigotti al clavicembalo eseguono musiche di J.S Bach, G. P. Telemann e G. F. Haendel

Nel secondo concerto, sempre Narcisi e Fedrigotti, insieme con il fagottista Giacomo Cella, suonano brani di Johann Sebastian, Johann Christian, Wilhelm Friedemann e Carl Philipp Emanuel Bach.

Sabato 7 novembre ore 21

Palazzina Liberty Milano

Omaggio a Piazzolla

Hora y siempre… Tango!!!

Il secondo concerto della XXIV stagione orchestrale di Milano Classica, in sostituzione del concerto previsto con  Rossella Spinosa e Luis Bacalov, impossibilitato a partecipare da clausole contrattuali con l’Orchestra Verdi, è un Omaggio a Piazzolla con la presenza del fisarmonicista Ivano Battiston e, per la concertazione, del violino di spalla Gabriele Bellu. M. Fedrigotti è al pianoforte in orchestra, ritrovando il repertorio di Piazzolla così spesso suonato in passato con Anahi Carfi ed Eugenia Marini.

31 ottobre Milano presso Furcht Kawai

Concerto di presentazione della XXIVa stagione di Milano Classica

M. Fedrigotti, come direttore artistico, è gentilmente ospitato presso il negozio milanese di Furcht per una presentazione della nuova stagione di Milano Classica, arricchita da un breve concerto chopiniano, occasione di ascolto, dedicato ai notturni op. 27 e ad uno dei brani in cui l’attenzione di Chopin al presente nell’improvvisazione è più evidente: la Polonaise fantaisie op. 61.

24 ottobre Palazzina Liberty Milano

Focus sulla musica nelle scuole

Per una coincidenza nel 70° anniversario della fondazione delle Nazioni Unite, il 24 ottobre 2015 si tiene in Palazzina Liberty a Milano, organizzato insieme da Fedrigotti e Gigliola Onorato, referente della rete delle SMIM lombarde, un incontro a presentazione degli atti del convegno realizzato in maggio 2015 presso l’Università Cattolica di Milano, “Focus sulla musica nelle scuole”. L’incontro è occasione di scambio e colloquio con la presenza di vari relatori, tra cui l’on. senatrice Elena Ferrara e, non previsto in scaletta, il responsabile artistico del Sistema delle orchestre e cori giovanili in Lombardia M° E. Borri.

Il tema fondamentale della giornata risulta essere una riflessione sulle migliori strategie e tattiche di intervento nella didattica della musica nelle scuole. Fedrigotti espone la posizione di Milano Classica, con le attività realizzate, specialmente il Festival Meetings 2015, e la progettualità, per la quale individua nella proposta di relazione con la metodologia didattica SCREAM dell’ONU, nella relazione con l’iniziativa dell’ILO Music against child labour, un elemento importante per procedere creativamente, in un vivo equilibrio tra strutture e loro funzionamento e creatività di progetti di sperimentazione.

11 ottobre Milano Classica

Concerto inaugurale in Palazzina Liberty

Il concerto inaugurale della XXIVa Stagione di Milano Classica è dedicato a Milano, nell’ultimo mese di EXPO, con un repertorio frutto dela ricerca musicologica di Vanni Moretto sulle sinfonie milanesi del ‘700 ed ‘800, arricchito da una sua suite su canti popolari milanesi. M. Fedrigotti suona la parte di basso continuo al clavicembalo.

8 ottobre Milano Palazzo Marino

Conferenza stampa Milano Classica

XXIVa stagione concertistica

Viene presentata a Palazzo Marino a Milano la XXIVa stagione di Milano Classica, dalla dott.ssa Marina Messina Direttore del Settore Spettacolo del Comune di Milano, Roberto Turriani e Michele Fedrigotti, presidente e direttore artistico di Milano Classica, Claudia Brancaccio, direttore artistico de Le Cameriste ambrosiane.

4 ottobre Malnate

1a Giornata nazionale del dono

L’Associazione musicale Kairòs, in collaborazione con La nota chiave, work in progress flautistico a cura di Lello Narcisi, realizza a Malnate, all’interno e a conclusione della prima edizione della Giornata nazionale del dono, iniziativa del Comune, un concerto dedicato a repertorio della Venezia del ‘700. Lello Narcisi, flauto, Michele Fedrigotti, clavicembalo.

Settembre 2015

XXIVa Stagione Milano Classica

e

Palazzina Liberty in Musica

Viene comunicata la nuova stagione di Milano Classica, contestualmente al palinsesto del progetto Palazzina Liberty in Musica, per quel che è già definito; altri eventi inseriti in programmazione in futuro verranno comunicati in manifesti bimensili. Il progetto del Comune di Milano di fare della Palazzina Liberty un “hub” della musica coinvolge Milano Classica, e M. Fedrigotti come direttore artistico, in un lavoro di coordinamento di una serie di collaborazioni con altre istituzioni milanesi, in una programmazione ricca di eventi e varietà di proposte.

15 settembre Milano Museo del ‘900

Omaggio a Luciano Chailly “Il tritematico”

All’interno dell’iniziativa del Museo del ‘900 “Omaggio a Luciano Chailly, il Tritematico”, M. Fedrigotti partecipa ad una serata con il chitarrista Eugenio Della Chiara, eseguendo, dal repertorio per pianoforte solo, Istantanee di anna Maria,  Sonata tritematica n°1, Due istantanee, Variazioni nel sogno, Filigrana.

8 settembre Milano

Festival MiTo Settembre Musica

RAP Urban Orchestra

Articolo Corriere della sera 30 agosto 2015

PHOTOGALLERY

Video del bis finale insieme

25 agosto San Quirico d’Orcia

Festival Paesaggi musicali toscani

Chopin récital

Dopo Serva Padrona, Fedrigotti suona Chopin all’interno del Festival toscano, riproponendo il repertorio di Chopin ultramondano

19 agosto San Quirico d’Orcia

Festival paesaggi musicali toscani

Pergolesi Serva padrona

Con l’orchestra Milano Classica si apre il Festival Paesaggi Musicali Toscani a San Quirico d’Orcia 2015; un Festival davvero speciale per costanti presenza di grande qualità. Serva Padrona, sulla piazza adiacente Palazzo Chigi, inizia festosamente e con grande gradimento di pubblico. M. Fedrigotti è direttore al clavicembalo; Dorela Cela, soprano (Serpina); Giorgio Valerio, basso buffo (Uberto); Claudio Gay, servo muto (Vespone); regia di Luisa Gay.

La sera è grata, estate è ormai inoltrata,
ritornano I “Paesaggi” e il loro incanto
ritorna Musica, sì ricercata

da quei che ama il suono e il puro canto,
da chi si nutre di quelle impressioni
ch'elevano il pensiero! E' un esperanto

di comunicazioni ed emozioni
che unisce i popoli e li affratella
creando d'un buon viver condizioni!

E questa sera è in scena... la Favella,
è Voce che ci affascina e conduce
in quella storia semplice, sì bella

che Pergolesi, con gentile luce
ci porge, con sua splendida magia..
E se del capitan Tempesta, truce

ci mostra il volto oscuro, lieto sia
il gioco e il furbo intreccio, chè Serpina
è dolce, forte, ed apre buona via

ad un amor, per cui l'uom s'incammina
e dignità di donna accoglie ed ama
nel profondo del cuor... non poverina

è solo perchè serva, e vita grama
sembra il destin riservi, ch'ella è “bella,
graziosa, spiritosa”, e tesse trama

insiem d'amor e libertà.. è ella
regina sì affettuosa, che padrona
risplende alfin, come una viva stella!
MdC

12 giugno Milano Castello sforzesco

Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile

Milano Classica, e per lei M.F., si fa promotrice e coordinatrice a Milano dell’organizzazione di una giornata dedicata all’iniziativa dell’ILO Music against child labour, un evento che vede il coinvolgimento di numerose Istituzioni e personalità legate al mondo dell’educazione e della Scuola, e numerose realtà musicali unite in un concerto/evento di particolare importanza.

Per maggiori informazioni

Link ILO evento

7 giugno Almussafes

Recital Chopin ultramondano

Prosegue il progetto Chopin ultramondano con un recital ad Almussafes (Valencia)

30 maggio Chopin viaggio ultramondano

Milano palazzina Liberty

Il progetto Chopin ultramondano prosegue inserito nella settimana di cultura polacca a Milano in Palazzina Liberty!

23 maggio Héxpameron!!!

Milano Palazzina Liberty

Pianocity

La sera del 23 maggio, in occasione di Pianocity, in Palazzina Liberty sei pianisti suonano ed improvvisano su temi dei beatles, specialmente Let it be, Imagine e We can work it out, ricordando i sei pianisti di Héxameron nel salotto parigino della principessa Cristina Tirulzio di Belgiojoso nel 1837… serata dedicata all’odierna mecenate ed organizzatrice dott.ssa maria Candida Morosini!

23 maggio Festival Meetings

Milano Palazzina Liberty

Pianocity